Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 486
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0496
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0496
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile

4S6 S A G GI ê

ne, la Garonna e V Oceano (1), e pm ol-

tre.

Fu data la somma dell’impero a Yercin-
getorico alvergnese, ii quale benchè gio-
vanetto, pose con discrezione in opera tut-
ti gli speciosi motivi di libertà per accen-
dere i nazionali suoi alla guerra, e tut-
ti gli argomenti di severità per ritenerve-
li (2): uomo eloquente e artisizioso, che
conosceva addentro la nazione cui volea
comandare ; di partiti fecondo, e ne’casi
avversi intrepido (5), e il miglior capitano
dopo Ariovisto, con cui Cesare avesse a
fare in que’ ternpi.

Gome prima ebbe le genti insieme, usci
egli dalle montagne dels Alvernia, e si di-
stese nelle fertili pianure del Beny, dove
fu poscia il principal teatro della guerra,
afsine di trarre a sè i Biturigi dipendenti
dagli Edui amici ancora di Cesare, e man-
dô in uno Lutterio Cadurco con parte dell
esercito nel Rovergue ( in Ruthenos ) per

as-

(1) De Bello Gallico , lib. VII. cap. 2.

(2) Ibid.

(3) Ibid. cap. 10 e i3.
loading ...