Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 499
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0509
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0509
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SUL Triumviràto. 499
ceri, che raor'x poscia console coll’armi in
raano a Modena nella seconda guerra ci-
vile. Contiene questo libro le reliquie del
raassirao incendio gallico, che non fu in
raodo spento ad Alessia, che non gettasse
ancora qua e là scintilie e fiarame. Due
furono principalmente i luoghi, dov’ elle
risorsero ; l’uno vicino alla roxnana provin-
cia, eccitandole principalmente Lutterio Ca-
durco iuogotenente già di Yercmgetorico,
e s altro nelle Fiandre vicino al paese de’
Remi.

Aveano i Bellovaci ricusato d’ entrar nel-
la lega delle Gallie sollecitati da Yercin-
getorico, dicendo chc non conveniva alla
dignità della più b.liicosa e pcssente na-
zion delle Gailîe sar guerra a’ Rornani, se
notx sola e colle proprie sue forze (i); e

questa

(î') TLx his Bsllovacî suxnn numerum non
contuleriuik ; cji/ocl suo nomine, atque arbi-
trio cum Romanis bellum gesturos dicerent,
neque cujuscjuam imperio obtemperaturos . De
Bello Gallico, lib. VII. cap. 27.

Bellovacos, cjui belli gloria Gallos omnes’
Relgasque praestabant. Ibid. lib. VIII. cap. 3.

I i z
loading ...