Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 17): Lettere Francesi — Venezia, 1794 [Cicognara Nr. 3-17]

Seite: 513
DOI Seite: 10.11588/diglit.28095#0523
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1794bd17/0523
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S U L T R I U M V I R A T? O . s I 3

plina insieme, quanta ne’ romani eserciti ;
i quali difserivano da’ nostri, quanto il co-
stante genio d’ una repubblica è lontano
da’ vani capriccj de’ principi, un sistema
ragionatissimo da provisionaii rimedj, quan-
îo il credere di pugnar per sè stesso è di-
verso daü’ esser convinto di combatter so-
io per altrui, e quanto è distante la iiber-
tâ dalia schiavitù, Avea insieme unito la
nazione signora deil’ universo 1’ ardor de’
Francesi, la pazienza de’Russi, l’intrepidi-
tà degli Svizzeri e la discipiina de’ Prussia-
ni, e una forza di corpo insieme, di cui
sembra alie moderne nazioni che non sia
più capace i’ umana natura,

Tanta virtù iion fece Cesare che viep-
più accendere negii aniini de’suoi soldati,
esercitandoli per cosï lungo tempo in guer-
re d’ ogni ragione e maniera contro popoli
bellicosissimi ; talchè un semplice fante di
Cesare sarebbe stato in un altro esercito
centurione (i), e come veterane sarebbono

state

(i) Iis dissicuhatibus cluae res erant subsi-
dio ; scientia, atcjue usus militum, cjuod su-
perioribus praeliis exercitati, quicl jieri opor-
To: XVII. K k teret
loading ...