Böttiger, Carl August   [Hrsg.]
Amalthea oder Museum der Kunstmythologie und bildlichen Alterthumskunde — 2.1822

Seite: 228
DOI Heft: 10.11588/diglit.9752.10
DOI Artikel: 10.11588/diglit.9752.13
DOI Seite: 10.11588/diglit.9752#0267
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amalthea1822/0267
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
mie, ornati solamente d’una calantica chepender
per la schiena. Dietro il trono vedonsi tlue serve
o compagne del Deo, porfando l’una in testa il
modello d’un trono, l’altro d’un texnpio.

II.

Oro Vincitor di Tifone.

In cima della tavola vedesi giacente il lupo
Osirico ausiliatore d’Oro contro Babi o Tifone, e
vendicator d’Osiride, come l’accenna il flagro po-
stogli a lato. Ne'l mezzo e Osiride assiso come
nella prima tavola, accompagnato d’una serva, che
nella destra tiene nna croce ansata, ed avanti lui
nn altare con frutti ed nn sacerdote ehe adora
colle mani alzate. Nell’ inferiore divisione sie-
den o Iside ed Oro, ciascheduno snl trono suo,
ricevendo i doni offertigli da nn sacerdote vestito
di Nebride come rappresentante di tutta la Natura
animata, e da due Donne.

III.

D’ argomento simile.

Osiride sta erelto in piedi, assistito dalle due
compagne. Sorge dietro lui il serpente della Ven-
detta; avanti e collocato un piccolo altare col va-
so Canopico. Un sacerdote adora con mani alzate,
ed una Donna porta una cosa, che pare raffigurare
il fallo, unico membro d’Osiride, che da Iside non
fu ripescato, ma di cui l’imagine si dipingeva ne’
tempj e si portava ne’ giorni festivi. Oro e solo,
non accompagnato dalla madre, e porta dal collo
un amuleto, che pare di significato fallico. Avanti
il nume evvi una mensa sagra, ed incontro tre
figure: un sacerdote con testa rasa, che col fluido
del Canopico vaso bagna 1’immagine; un altro si-
loading ...