Amico, Bernardino
Trattato delle Piante & Immaginj de Sacri Edifizi di Terra Santa: Disegnate in Ierusalemme secondo le regole della prospetiua & uera misura della lor grandezza — Firenza, 1620 [Cicognara Nr. 3932]

Seite: 19
DOI Seite: 10.11588/diglit.28446#0042
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amico1620/0042
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i9 TRÀTTATO PE* SACRI EDIFICII

Messfc, & ogni Sabbato ; e pcrche al tempo mio no vi era altare, iì celebra-
jja jn vno altare portatile ; e i'otto quel Armario s’accomodaua al meglio,
chc ii poteua : se bene con gran pericoio, jmpercioehe la detta Chiesa più
della meta era icoperta, e dinanzi nò vi era muro, ma vn rastello di legna-
me • per la qual causa fù madato il Padre Fra Bernardino da Gallipoli dal
M, R. P, Guardiano dj Monte Sion Preiìdente,e Confessore de i mercan-
ti Cristiani, che habitauano nel Cairo, acciò vedeise con l’aiuto di quei
Mercàti di riparare alla rouina della detta Chiesa j quale subito arriuato ne
fecepassata con Marslio Acquisti Mercante Fiorétino de’ più antichi,che
jui fosi'ero, & anco Procuratore nel Cairo per detti Padri, quale era stato
anco Consolo di tutte le nationi, eccetto che della V enetiana, quale gli ri-
sposè, che di questo negotio era dinecessità primaparlarne al Clarissjmo
Signor Andrea Paruta Consolo de Venetiani, acciò con la sua autorità di-
iponesie quei Mercanti aquesta opra, si come fecc ; e da tutti glifù rispo-
sto, che era bene il farlo j e così pregorno vnitamente tutti, che il detto
Marsilio pigliasTc sopra di se rasiùnto di resarcire la Chiesa, che fìnita, che
fusie stata l’opera.l’haurebbe ciascuno di loro rimborsato laspesafatta da
lui. Egli dunque domandataliceza di poterfabbricare al Bascia, quale vo-
sentieri gliela diede per esier consueti i Bascià andarui a spassso, e tutto l’an-
jio bere di quell’acqua, quale dicono hauer benedetto Nostro Signore,
quando iui dimoraua, Cominciò i’impresa, & hauedola già ridotta a per-
fetione, ehjesè a quei Mercàti, la parte ciascuno toccaua pro rataj da qua-
li, mutati di opinione gli fù risposto, che se egli haueua speso loro non ha-
ueriano rifatto coià alcuna, Si dolse amaramente Marsilio con il Padre
lòpradetto, quale ben che facesse ogni sforzo, che l’imborsasi'ero, nulladi-
rneno non potè mai operare appress’o di coloro, che lo pagasiero pure di
minima parte : ma confortò talmente il detto Marsilio, e gli diè animo,chc
11011 ostante, che non fuise ancora finital’opera, la finì di tutto punto. Ma
la Madonna Sàtissima, che tiene particolare cura de suoi deuoti,parue,che
Jo volesse rimunerare dalla spesii fatta in questo modo, cioè, Andando a
Ipasso vn giorno per suoi negozij in piazza il detto Marsilio, se li fece incò-
tro vnfanciullo didiecjanniincirca de Mahomettani, e gli domandose
voleuacomperarevnapietrapretiosa,alquale rispoiedi volerla compe-
rare, &: il fanciullo alloragli mostrò vnpezzo di Smeraldo orietale di me-
Za oncia, e ghrichiese per prezzo tre madini, ehe sono della nostra mone-
ta vn giulio, Cercò il fanciullo poi per darlj qualche cosa di più parendo-
gli d’hauerli dato poco, quale mai si ritrouò, Andò a trouare il iòpradet-
to Padre mostrandoli la gioia compei'a, e dicendoli,come la Madonna Sà-
tissimal’haueua,per dire così, riniunerato della spesafattain honorsuo,
attribuendo quel caso alla bontà di lei, la qual gioia la vendè egli poi per
trecentQ Zecchini j ma perche non mancano mai gl’inuidiosi,furono di

molti
loading ...