Amico, Bernardino
Trattato delle Piante & Immaginj de Sacri Edifizi di Terra Santa: Disegnate in Ierusalemme secondo le regole della prospetiua & uera misura della lor grandezza — Firenza, 1620 [Cicognara Nr. 3932]

Seite: 25
DOI Seite: 10.11588/diglit.28446#0054
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amico1620/0054
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
diterrasanta. t?

Arco di Tdifato ) Seconda parte deHaJìrada, dolorofa.

Cap. XIX.

Vest’ Arco di Pilato, che così viene nominato dalla
plebe, è quello,che dice S. Giouanni al cap. 19. che
stando Pilato inquesto luogo fece vedere Giesù
crudelmente ssagellato, imbrattato di sputi, con la
corona di spine in testa, e con la vesta di porpora in
dosso a Principi, & al popolo de Giudei, dicendo,
Ecco l’huomo , credendo con questo sodisfare al
sudetto popolo, ma sotto alla finestra, doue N.S. fù
snostrato, vi stà vna lastra di bianco marmo, di cinque palmi di quadro in
circa,bene lauorata, & incastrata, nella quale stà scritto di belle, e grandi
lettere latine : Tolle, Tolle Crucisige eum . Non posiso far di meno di non
far vn poco di discorso intorno a quest’arco,per quello,che dice il Cristia-
no Andricomo Delfo nel suo libro, che fà della Città di Gierusalemme,
» nelnumero centouinti ; Citaanco Gio. al cap. 19. e dice così : Sisto, por-
„ tico fabbricato a guila di ponte di pietra, con ipessi archi, sopra la piazza
„ pubblica, di molto gran larghezza, & adornato di loggie scoperte da pas-
j) soggiare, per la quale era il passo d’andare dal palazzo di Pilato alla for-
„ tezza Antonia, e quindi poscia nel tentpio. Mette anco alla sua carta le
„ seguenti parole : Portico Sisto adorno di molti archi sopralapiazzapub-
„ blica, doue Pilato mostrò Christo alli Giudei dicendo Ecce Homo. Di ciò
dico , che questo arco stà discosto dal palazzo di Pilato circa nouanta passì
verso P onente, e l’ Antonia stà verso Leuante, discosto dal sudetto palaz-
zo da ottanta passi, tutti sottoposti ad vna retta via : di ciò lasso il penfìero
al Lettore di giudicare, come può concordare. Ma per meglio accertar-
fì di ciò guardisi il disegno ; Di più il sudetto Delfo mette nella sua carta il
palazzo di Pilato verso Tramontana congiunto con l’arco:e l’Antonia
veisso mezo giorno pare congiunta con l’istesso arco, ma il Palazzo stà ver
so mezo giorno,distante come di sopra ho detto: che questo arco sia nella
piazza,e di moltagran Iarghezza, nè anco può essere, perche questo arco
stà nella viaposto, e fondato sopra le muraglie di detta via, muraglie alte,
grosse,& antichissìme senza habitato da niuna banda, el’altra : la muraglia
di rnezo giorno incomincia da l’angolo di Ponente, che lo fà l’arco,sotto
del quale vi stà la cappella di Nostra Signora,e seguita insino alla scala San
ta, e quella di Settentrione incomincia da vn’altro angolo, che fa la strada
d’andare al palazzo d’Erode,& è tra l’arco,e doue s’incontrò Christo con
la sua diletta Madre,e seguita insino all’Antonia,è vero,che dal Palazzo di

Pilato,
loading ...