Amico, Bernardino
Trattato delle Piante & Immaginj de Sacri Edifizi di Terra Santa: Disegnate in Ierusalemme secondo le regole della prospetiua & uera misura della lor grandezza — Firenza, 1620 [Cicognara Nr. 3932]

Seite: 30
DOI Seite: 10.11588/diglit.28446#0062
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amico1620/0062
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DITERRASANTA. 30

Delmontc Calmrio, Qzmrta)& vltimaparte della via
dolorofa. Cap. XXI.

t A questo luogo pubblicoùmmoncioje brutto,do-
ue si giustittauano i ladri, e malfattori, che erano a
morte di Croce condennati jlaqualeall’horaerala
più infame,crudele,& abbomineuole, che fusle mai
stata al Mondo : però Iddio l’eleste pernostraRe-
dentione nelqual luogo il nostro Saluatore vero
figliuolo di Dio humanato, fù per noi daH'Eterno
Padre offerto in sacrificio, sbpra l’altare della Cro-
ce -, pagando a lui l’immaculato agnello con tormenti, pene, doglie ; spq-
gliato, legato, percolso, & insanguinato con giusto, e douuto fio delle no-
stre grauistime colpejvolgeasi egli intanto alsa destra,e sinistra intorno mi-
rando,se v’eraper auuentura alcuno,che lo conoscesie, e che di lui a pietà ,
fì mouesse; maahimè lividetuttia seritrosiaguisadi feroci, e ruggenti
leoni temerariamente,&insolentemente direjperche non liberalddio
dalle nostre mani costui,s’egli è sùo figliuolo ? Fù il nostro Saluatore come
pecorellaalmacellocondotto, interraò sopral’ignominioso patibolo di-
steso,e con disulati modi trafitteli le mani,e piedi sul duro legno della San
ta Croce,ed’egli non solo di nulla mai contro di loro sdegnostì,ma più chc
mai, a guilà di benigno , e pietosistimo Padre, compatendo all’ignoranza
loro, alzati gl’occhi al Cielo, e rese al Padre eterno le douute gratie, chie-
se per loro, mercè con lagrimeuol voce dicendo, Tater ìgnofce illis, quia_*
nesciuntquid faciunt.

Distanze depasiati luoghi della via dolorosasono queste. Primo dàl
Palazzo di Pilato insino alì’Arco sono passì sessànta, e daqui insino doue
s’incontrò la Madre Santistima con l’vnigenito suo figliuolo, lòno pasti
cento,e da questo luogo al Cireneo vi sono sessanta pasti,e di quì alia
Casa del Fariseo sono nouanta, & insino à Veronica pasti lèt-
tantacinque, & insino alla porta Giudiciaria vi sono cen-
to pasti, & insino al Caluario saranno quattrocento,
che in tutto sono nouecentoquaranta, e per
concluderla sarà vn miglio, e particolar-
mente oggi> perche dal Monte Cal-
uario insino alla porta Giudi-
ciaria vi lbno molte
cantonate da
voltare.

T

TUntà*
loading ...