Amico, Bernardino
Trattato delle Piante & Immaginj de Sacri Edifizi di Terra Santa: Disegnate in Ierusalemme secondo le regole della prospetiua & uera misura della lor grandezza — Firenza, 1620 [Cicognara Nr. 3932]

Seite: 31
DOI Seite: 10.11588/diglit.28446#0065
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amico1620/0065
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D1 TERRA SANTA. 5r

PìctntA di tutto quelloycheJt contiene nella. Chiefh delSantijìmo
Sepolcroy emonte Cdmrio, Cap. XXII,

A seguente pianta è la Chiesa del Santiss .Sepolcro di
N. S. vnita co'l monte Caluario, ma quiui non mi
vado troppo distendendo ; poiche per ìa sua tauola
si trouaogni particolare ; andarò benmisurando i
membri più principali. Eprima lalettera A, laqual
stà dentro al pieno,e per trouarla presto guardisi so-
pra il P, dimostra vn Cancello di palmj quattro al-
to,e due palmi, e noue oncie largo,e qui ità vn pez-
ZodellaColonna,nellaqualefùssagellatoN.S. nelPretoriodiFilato,e
questa, secondo S. Girolamo fù posta per sostegno nelsatrio della Chic-fa
rìel monte Sion,doue essendo stata molto tempo, fù poi leuata dalle ruine
di quel luogo,e riposta doue hoggi si troua, & è di bellissimo porfido , alta
palmi tre,e mezo,e di diametro vn palmo,stà circondata d'vna bella,e for-
te ferrata, la quale anch’essa è circondata d’vna cornice di marmo di cin-
que oncie, e d’auanti à lei è l’Altare doue si celebra ; & è per angoli palmi
sei lungo, e tre largo, & alto di terra palmi sei, e di quì si comincia la Pro-
cefììone -, chc si fà ogni seraje significa,come nell’Alfabeto. La littera *B,
è vna Cappella oscura, e bassa, & è nominata la carcere di Christo j e dico-
no,che iui fù tenuto, e malamente trattato, mentre nel montc Caluario si
preparauano le cose per crucifiggerlojil vano di questa Cappella per 7ra-
montana è palmi ventinoue, e per Ostro ventitre, e per Leuante venticin-
que,e la volta è alta da terra palmi vndici,& è de Giorgiani. La lettera C,
e la Cappella doue fù giocata la veste di N. S. & è de gl’Armeni,il sùo va-
cante è palmj ventidue lungo,e vndicilargo, il diametro del nicchio è pal-
mi diciotto, quiui si lcende vna scala, e si và, doue è la lettera D, Ch’è il
luogo,doue fu trouata la Croce,e però la Cappella si chiama Inuentio San~
Crucis;\'Altare del nicchio è de i nostri Padri,e l’altro de Greci,circon-
da per angoli incominciando,come scende la scala, che è di vndici scalini,
palmi ventinoue,trentuno,diciotto,e mezo,diciannoue,e diciannoue, ela
scala sette,che sono in tutto palmi cento ventiquattro di circonferenza. 11
luogho è molto scuro,che rende la Spelonca assai spauentosa. La lettera
E, è la Cappella intitolata di S. Elena j & è de gl’Armeni,& in questo luo-
go staua la sudetta Santa, quando faceua cercare la Croce, e per segno di
ciò, vi stà vna Catedradi bellissìmo marmogrossamente lauorataall’anti-
caj&èquel quadro,chestà segnatoconquesto segno*jli pilastri della
Cupola di questa Cappella sono palmi quattro per quadro, e fra l’vno, c
l’altro pilastro sono palmi venti,e mezo largo,e ventitre lungo,& alti quac
tro,e tra li sudetti pilastri, e le cacciate delli muri dell’vna all’altra parte so-

V no pal-
loading ...