Amico, Bernardino
Trattato delle Piante & Immaginj de Sacri Edifizi di Terra Santa: Disegnate in Ierusalemme secondo le regole della prospetiua & uera misura della lor grandezza — Firenza, 1620 [Cicognara Nr. 3932]

Seite: 38
DOI Seite: 10.11588/diglit.28446#0076
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/amico1620/0076
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DI TERRA SANTA.


\

l^atA del dijcgno. Cdp .XXV.

L disegno , che segue appresfo,è l’altra metà, come
ho detto, la quale è come quella di sopra. Del mon-
te Caluario ne ragionerò al suo disegno maggiore,
se bene hora confrontarò quel, che nella pianta s’è
nominato. Ilnumero n. è laporta,che s’apre, e
serra. Ilnumero 9. èlaportamurata.-laCroce è
la Icala del monte Caluario . Ilnumero 12. è la
Cappella di Gottifredo,sopra della quale è il monte
Caluario, e sù quest’altre Cappelle, è per doue li camina à torno,come hò
detto di sopra. La lettera F, é la Cappella dell’improperio,& è de gl’A-
bistìni. Ilnumero 59- èlaporta,perlaqualest discendeal luogo,doue
fù trouatalaCroce. Lalettera C, èlaCappella,douefùgiocatala Veste
di Nostro Signore, & è de gli Armeni. II numero 9. è la scala, per la
quale st sale alli sudetti Armeni. II numero 21. è la metà del
nicchio di mezo, & è de lacobiti Caldei,e per quella
porticella si entra nella sepoltura di Gio-

selfo Abharimatia. II numero '

20. è vno de i tre
nicchi ,

&é de gl’Abist-
stni.

*

Aa

Alzata
loading ...