Archäologisch-epigraphische Mitteilungen aus Österreich-Ungarn — 3.1879

Seite: 47
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archepigrmoeu1879/0053
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
47

al cor so delle mura, di modo che gli assi longitudinale e trasversale della medesima
segnano la direzione dei cardini e dei decumani della colonia. Per conseguenza la
pietra conferma cib che indicato scorgesi dalla direzione delle mura, vale a dire una
declinazione dei cardo maximus di circa 22 gradi da settentrione verso ponente. Pec-
cato che la pietra prima di essere stata da wie veduta venne inavvertitamente smossa
dal primitivo posto, al quäle venne poscia alla meglio restituita. Ii monumento b
circondato da un septo di pietra, il di cui orlo superiore ata a livello dei piano della
pietra ed ha Valtezza di circa mezzo metro sul suolo antico della cittä. Davanti la
tavola vier so mezzogiomo trovasi un grande cubo di pietra sopra tre gradini, che
crederei un'ara, se non ostassero due impiombature, una per lato ad eguale distanza,
che sembrano fatte per fissarvi un'ansa od un qualche sostegno di metallo.

L'impressione che mi fa il tutto si h che questo fosse il groma dell' antica
colonia d'Aquileia. In quanto all' etä della lapide giudico dalla paleografia che
possa appartenere all' epoca dell' imperatore Commodo circa, potendo darsi che in
questo tempo il primitivo groma abbia avuto bisogno di essere rinnovato. E degno
di rimarco la direzione di NO ossia dei Caurus assegnata al vento Aquilo, finora
malamente identificato col Boreas, il nome di Desolinus per Subsolanus,
nonchh di Faonius in luogo di Favonius, ed e pure notevole la circostanza che
ad ogni vento in luogo di un punto fisso e attribuito un segmento di circolo di 45°,
cosl che ai gromatici nel fissare la direzione dei cardini e decumani dell' agro colonico
sarä forse stato lecito di poter divagare entro tale limite di tolleranza senza percib
offendere la severitä delle norme rituali, come ce ne offrirebbe esempio appunfo Aqui-
leia colla sua declinazione di 22°. — L'indice di ferro delle ore, il di cui punto di
fissazione e segnato con un cerchietto nel disegno, fu rinvenuto staccato presso la pietra.

Gregorutti in Bull. d. Inst. 1879 p. 28—30 mit Abbildung.

2. tavola alta 0 61, larga 0'91, grossa 0'09; tr. 16 Gennaio 1878 presso
Vantica via Annia nella terra di Giacomo Santi, sita nelV ubicazione denominata
Scofa alle Marignane. Riparata ora nel museo comunale di Aquileia.

CN • OCTAVIVS - CN • L - ClADvS
Gregorutti in Archeogr. Triest. p. 30 n. 61. — L befindet sich in C, V in D.

3. tavola di marmo scop. dicembre 1877 nella terra di Leonardo Andrian
entro il circondar':o dell' antica necropoli di S. Feiice presso Aquileia. 'Trovasi ora
nella mia collezione. Si rinvennero presso la pietra le fondamenta dei muro di cinta
dei monumento ed entro il recinto diverse urne cinerarie. Nel centro dei frontispizio
v edesi scolpita una patera.

„caratteri della prima metä dei secolo tei'zo"
D M
IVLIAE
SPERATAE
AN-XXII
IVL-SECVN
SOCRBRVTI
PIEN TISSIME
L- D

A • PETR-ANTON
loading ...