Archäologisch-epigraphische Mitteilungen aus Österreich-Ungarn — 5.1881

Seite: 117
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archepigrmoeu1881/0121
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
117

Bivedo

A poca distanza del villaggio sotto al „Colle di Ben9u alcune
campagne sono ripiene di frammenti di tegulae e di vasi cinerari.
Nessuna tegula litterata per quanto abbia ricercato attentamente
moltissimi pezzi; un contadino mi disse di averne trovata nel suo
campo una intiera con una iscrizione e per di piü delle solite
lucerne e monete. Anche il terreno nerissimo e pieno di sostanze
carbonizate mostra chiaramente che quelle- era un luogo di sepoltura.
Ad im 150 metri da questo luogo, al „Maso del Muratore" si trovö
fra avanzi di fabbriche la seguente epigrafe; e scritta in grandi
caratteri oblunghi ma buoni. E in calcare bianco a. 0'40 lato 7 ,
0*29 lato / , 1. 0*47. Sta murata nella chiesa di Bivedo.

Se veramente e romana, del che ö ancora qualche dubbio, rie-
scirebbe veramente importante, perche porterebbe il nome di una
popolazione alpina nuova, cioe dei Biegini. Oggidi chiamasi Bleggio
una vasta parocchia tra la Dovina e la Sarca; Bleginus sarebbe un
aggettivo sostantivato. E da lamentare che un' altro pezzo di epigrafe
che stava unito a questo sia andato perduto. Eccola:

SEX- BLEGINaI
iINMVNIS
cq\sARIS 1

Vico di Lomaso

*) Süll' importanza di questo luogo cfr. „P. Orsi. La Topografia
del Trentino all' epoca romana p. 47". Qui trovansi 3 epigrafi, che
publico nuovamente, essendo che la lezione del C. I. L. non e in
tutto perfetta:

C I. L. V n. 5006. Robusto eubo di pietra calcare a. 0*55,
1. 0"76; trovasi murato presso la porta della canonica (e non come
dice il C. I. L." in muro coemeterii").

I//////// /////////////

L - CVLLONIVS
L EI- F • F AB - PR I M VS
DEC-ALAE-T-CANAFATIVM
5 DECBRIXIAENOMINE-SVO-ET-FILI
ORVM -PRIMI ■ ET - P ATERNI ■ T- F-1
L • EBVSIVS • CAPITO - FAC ■ CVR
loading ...