Archäologisch-epigraphische Mitteilungen aus Österreich-Ungarn — 5.1881

Seite: 118
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archepigrmoeu1881/0122
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
118

II Sambuca (Brescia antica p. 394) legge nel primo verso
fiovi, il Gnesotti (op. cit. p. 256) dice che „ora si vede solamente
fi, il rimanente col fregio o cornice della parte superiore della lapide
e stato scalpellato via a ricordo dei viventi inanzi che ivi arrivasse
una sagra visita". Presentemente scorgesi a stento una I.

C. I. L. V n. 5007. Ära in pietra calcare a. 0 75, 1. 0"50;
trovasi murata nella capella dei confratelli accanto la chiesa paroc-
chiale.

Z. 1 silvan
Z. 6 qq_

C. I. L. V n. 5008. Pietra calcare a. 0"50 1. 0"37; trovasi
unita colla precedente.

CL TERTIVS
PALARIACS
3" • CORfCLIVS
TERTIVS-TR.IGA
5 LIANVS-CVR
POPVLI • PP

—^TTTVRP^W

Romeno

Facendosi (1876) dei lavori sulla strada, che conduce a Romallo,
si trovarono alcuni oggetti romani ora presso il sig. Dr. Cesare
Bertagnolli in Fondo.

Due fibule in bronzo semplici lunghe 0'8, 0'065. Un medio
bronzo di Julia Mammaea col liberalitas-pvblica-s-c

Statuina in bronzo, alta 0'095; rappresenta una donna coperta
di una lunga veste; il capo diademato e coperto di velo che le ca-
de sul petto e sulla schiena, restando fermato al fianco sinistro, nella
destra tiene un timone, e nella sinistra un cornucopia con un grap-
polo d' uva due frutta ed una spica. Sulla testa porta un piccolo
globo tra due foglie, simbolo rassomigliante a quello cosidetto
di loto, che portano le statue d' Iside in sulla testa.

St. Zeno

Alla fine dell' Agosto 1876 nel luogo dove gia esisteva il
capitello di St. Maria Maddalena (dicesi che ivi si trovasse una
chiesa; di fatto Ii, presso si scoprirono scheletri intieri) sulla via
verso Fondo a circa 60 metri dal paese, scavando si trovo un grande
loading ...