Archäologisch-epigraphische Mitteilungen aus Österreich-Ungarn — 5.1881

Seite: 228
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archepigrmoeu1881/0216
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
228

Tre manichi semicircolari in bronzo (simili a quelli delle nostre
pentole, ma piü piccoli) del diametro di 0'9; 0 5, e 0*4.

Mattone di forma conica e di uso incerto , che nel davanti
porta impresso un rametto, od una spica o qualche cosa di simile;
tali mattoni, che costituiscono quasi una specialita della regione
Trentina e Veronese meriterebbero di essere particolarmente illustrati,
non bastando i pochi cenni dati dal Cavedoni e Braun negli annali
dell' Istituto archeologico.

Piccola pietra basaltica (!) di forma oblunga e singolare rin-
venuta dentro una delle sepolture. Potrebbe essere uno di quelli
pietruzze adoperate come amuleti secondo 1' antica usanza delle
popolazioni celtiche, conservata dal volgo anche dopo il sovraim-
porsi dell' elemento romano, delle quali se ne trovö una grande
quantitä nei sepolcri Vercellesi illustrati dal p. Luigi Bruzza (Iscri-
zioni antiche Vercellesi. Roma 1874. p. 53).

L' oggetto piü singolare ed interessante si e una piccola testa
di bronzo fusa, vuota nell' interno sostenuta da un leggierissimo
piedestallo circolare. E alta poco piü di 0 9, larga in proporzione,
notando perö che 1' individuo in essa rappresentato e di tipo piut-
tosto dolicocefalo. II mento piccolo, piccole le labbra e la bocca,
allargate le narici; le occhiaie vuote e completate con una leggie-
rissima lamina d' argento di bell' effetto sul color bruno del bronzo,
la fronte alta e spaziosa e cinta da una corona, nella quäle dei
fiori si alternano con festoncini. II complesso del lavoro di buona
esecuzione artistica, ci rappresenta un volto maschile di etä gia
fatta ed in posizione tranquilla e posata.

Chi raffiguri poi questa piccola testa, ed a quäle scopo abbia
servito riesce alquanto difficile a dirsi, e piü ancora in quanto che
nella regione temporale del cranio sporgono due piccole orecchiete
in bronzo (una delle quali a vero dire e mancante), alle quali dovea
certamente sospendersi un manichetto semicircolare per sostenere
la testa; di piü nel mezzo della nuca si apre una specie di coperchio
circolare e mobile, per cui bisogna pensare la cavitä della testa non
servisse per accogliere qualche materia, che ben non possiamo de-
terminare.

(Fortsetzung folgt.)

Rovereto. PAOLO ORSI.
loading ...