Archivio storico dell'arte — 1.1888

Seite: 57
DOI Heft: 10.11588/diglit.17347.26
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17347.27
DOI Seite: 10.11588/diglit.17347#0143
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1888/0143
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ADOLFO VENTURI

57

Ma di Gian Cristoforo nessun'opera è noia in Milano. Sappiamo solo che nel 1495 il Duca
Ludovico gli commise uno stemma marmoreo per la chiosa, ora distrutta, della Misericordia in
Vigevano; 1 e solo ci avvenne di sospettare come iattura sua un pilastrino del Rinascimento, esi-
stente in casa Valsecchi in Milano, fra i cui finissimi ornali si discernono nocciuole, scolpite in

BASSORILIEVO DEL MONUMENTO DI GIAN GALEAZZO VISCONTI

una l'orma anche altrove usata da Gian Cristoforo. Dal 1497 al 1499 non abbiamo più notizia di
questo, ma è verosimile ch'egli rimanesse a Milano o a Pavia. Potrebbesi anche supporre che si

1 Mich. Caffi, op. cit. Dallo missive ducali dell'archivio generale in Milano. Libro 193, fog. 153: PRO
M° JOH. CHRISTOFORO. — Facendo fare ad Vigevano per nostra devotione una chiesa nominata S. Maria do
la Misicordia havomo ordinato se intagliano in una pietra di marmoro lo lettere notate qui di sotto per memoria
nostra... facendo fare le arme ducali relevate in una pietra pure de marmoro fino per mettere sopra quella haverà
loading ...