Archivio storico dell'arte — 1.1888

Seite: 273
DOI Heft: 10.11588/diglit.17347.65
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17347.69
DOI Seite: 10.11588/diglit.17347#0375
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1888/0375
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NUOVI DOCUMENTI

273

NUOVI DOCUMENTI

DOCUMENTI INEDITI SULLA BASILICA LORETANA

Il Ministero della Pubblica Istruzione, per meglio provvedere alla conservazione e al restauro
de' monumenti nazionali, volge anche la sua sollecitudine a rintracciarne la storia, estraendo i
documenti sepolti nei;pubblici archivi. Con questo intendimento, esso diede incarico al eh. avvo-
cato Pietro Grianuizzi di ricercare negli archivi di Loreto e di Recanati i documenti relativi alla
basilica loretana: e l'opera diligente del Gianuizzi, coadiuvato da ultimo dal conte Ippolito Mala-
guzzi, Direttore dell'Archivio di Stato di Modena, ha dato così buoni frutti da potere oramai su
basi sicure ricostruire la storia dell'insigne monumento.

Nel tributare la debita lode al Ministero che mostra di sentire altamente qual valore abbia
per l'Italia la conservazione e l'illustrazione del suo patrimonio artistico, rendiamo grazie a S. E.
il Ministro Boselli per avere permesso che questi preziosi documenti, per mezzo dell'Archivio,
sieno fatti di pubblica ragione. E facciamo voti perchè la pubblicazione dei documenti sul Duomo
di Firenze fatta dall'illustre comm. G. Guasti, e questi che verremo pubblicando sulla basilica
loretana, sieno inizio di ricerche sistematiche a illustrazione dei monumenti nazionali e degli
oggetti d'arte del Regno.

Avevamo in animo di far precedere la presente pubblicazione da una esposizione storica sulla
basilica loretana, scritta in base ai documenti dall'avv. Gianuizzi; ma dubitando che i lavori di
restauro, che sta eseguendo in quella basilica l'egregio architetto G. Sacconi possano gettar nuova
luce sopra alcuni di essi, e chiarirne l'interpretazione, abbiamo preferito che questi precedano,
lasciando all'ultimo l'esposizione storica. Il che avrà pure un altro vantaggio, che cioè, nel leg-
gerla, sarà possibile ricorrere ai documenti in essa richiamati, e pubblicati già in precedenti
fascicoli.

La Direzione

La Basilica Loretana.
i.

1468 novembre 2.
Archivio Notarile di Recanati, Liber sive Bastardellus
del notaio Jacopo di mastro Pietruccio, c. 103b e segg.

Mastro Giovanni Alberti, muratore da Milano, dichiara
di aver avuto dal Vescovo di Recanati il saldo com-
plessivo del suo avere per i lavori eseguiti per la Ba-
silica.

Die ij° nouemljris (1468). Actum Racanati in domibus
episcopalibus supra positis et confinatis presentibus
domno Leonardo Antonij et Jacobo Vignati de Racanato
testibus etc, Magister Johannes Alberti de comitato
Arehioio storieo ilell Arte — Anno I, Fase VII.

Mediolanj murator sponte et ex certa scientia per se
et suos heredes fecit finem quietationem ac pactum de
ulterius non petendo Reverendissimo domno N. 1 Epi-
scopo Racanatensi de omni et toto eo quod idem magister
Johannes habere et recipere deberet a dicto D. Epi-
scopo prò suo salario et mercede occasione noui labo-
rerij et fabrice quod et quam idem D. Episcopus fa-
bricari et fieri facit in pertinentiis et solo Beate Marie
de Laureto usque in presenterai diem etc. libberans et
absoluens dictum dominum Episcopum etc. Et hoc ideo
fecit idem magister Johannes quia sponte confessus et

1 Nicolao, Niccolò delle Aste veseuvo di Recanati.

3
loading ...