Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 103
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.27
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.28
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0135
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0135
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
IL GRUPPO DEL LAOCOONTE E RAFFAELLO

103

cupo sul tetto del secondo tempio; e in quel mare strisciano due serpenti con bianche macchie.
Nella parte destra della miniatura, Laocoonle sta con un ginocchio ripiegato sull'ara, e con un
piede a terra; ed alza simmetricamente, in atto d'invocare aiuto, le braccia. Una clamide rossa,
lumeggiata d'oro, fermata al collo ili Laocoonle da un'armilla, sollevasi come una vela dietro al
suo capo. I serpenti, che circondano nel mezzo le braccia di lui, scendono quasi simmetrica-
mente a far nodo a mezzo il suo tronco, e gli stringono sotto alle ascelle i due lìgli"pargoletti. Marco
Dento riprodusse l'atteggiamento di Laocoonle. in modo simile alla miniatura, ma nella disposizione
dei serpi, l'uno de' quali morde un fianco del sacerdote e l'altro un fianco del figlio a sinistra,
s'ispirò al gruppo rodiano: così anche nel disegnare i fanciulli, quello di sinistra, col volto ton-
deggiante, l'altro a destra con contorni più affilati. Evidentemente l'artista mescolò le forme della

1. _ INCISIONE DI MARCO DENTE

miniatura con le altre della scultura, per rendere quelle più ragionevoli. Tolse la clamide svolaz-
zante, e la disegnò caduta drappeggi antesi sul piedistallo; e rese con giusta prospettiva il monte
e il mare nella scena. Il miniatore rappresentava mia scena del suo mondo. Marco Dente quella
d'un mondo caduto, e parte ridusse per amore di verità, e parti» no, le due azioni della miniatura
in una sola, senza comprenderne la distinzione; e vi aggiunse un obelisco e frammenti di lapidi,
di capitelli, di cornici spezzate. L'artista, l'incisore non poteva perdere il punto di vista, da cui
vedeva l'antichità, nò lare astrazione dal mondo proprio. Ma l'incisore disegnò lui stesso, od ebbe
da allri il disegno del Laocoonle ridotto da quello della miniatura del Virgilio? Sotto al piedistallo,
su cui vertasi Laocoonle supplicante, vi è un gradino in cui si legge PROVT IN II AENEIDOS j •
P. V. j MARONIS | e un monogramma di una S e di una R int reccial e, elio fu interpretato quale
monogramma di Raffaello. 1 So si tien conto dell'architettura bramantesca del tempio che vedesi

1 BARTscn,'r243 ; Passavant, 47.
loading ...