Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 122
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.27
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.29
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0154
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0154
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
122

GIULIO CAROTTI

Intanto il Mignol; è sialo cassalo e condannato alla rifusione dei danni, e dei suoi beni e disegni
vien ordinato il sequestro; e nel marzo del L402 abbandona Milano. Si può dire che egli chiuse la serie
dei maestri stranieri, i quali costruttivamente non influirono nè lasciarono traccia sull'organismo,
sullo stile dell'ossatura del duomo.

Il Bonaventuri aveva lasciato operi,! di scoltura e il disegno di uno dei flnestroni dell'ab-
side e di opere di scultura si era occupalo Giovanni di Firimburg. E sono da ricordarsi fra i più
importanti lavori, quelli degli scultori Pietro di Francia, Anex di Marchensten, Pietro da Monaco, ecc.
senza contare i numerosi maestri minori registrati dagli annali.

Essi pertanto avevano influito sulla decorazione del duomo, sulla parte ornamentale, creando e
lasciando operi1 che furono imitate e continuate nelle varie parti dell'edificio, e così provocarono l'ag-
giunta e l'innesto sulla ossatura lombarda di un complesso decorativo
che fu il risultalo di elementi d'oltralpe e di elementi lombardi. Nelle
loro creazioni difatti i maestri stranieri avevano pure subito l'influenza
e dell'ambiente dell'arie lombarda in generale e delle opere lombarde
che gli artisti locali venivano conducendo pel duomo.

li progetto di linimento di un contrafforte rinvenuto india biblioteca
Ambrosiana da Luca Beltrami e da lui pubblicalo nel 1887, è l'esempio
il più chiaro e persuasivo della influenza (die le opere d'arie locale eser-
citarono sugli slessi aclisti stranieri. Questo disegno (fig. 5), opera pro-
• babilmente di artista tedesco, è india park1 superiore di una decorazione
minuta; a piccole masse, con archetti rampanti in miniatura, carattere
germanico: nella inferiore invece mostra il parlilo decorativo della
falcohatura (piale venne adottalo per lutto il coronamento, carattere
locale.

Cotesta falconatura difatti è un concetto italiano; appare sin dai do-
cumenti dei primi anni della costruzione nel (piali si parla di foliamina
perla parie superiore delle pareli esterne ; e fu portata a Milano dagli
artisti lombardi che avevano operalo nel Veneto ed a Padova e a Venezia
avevano ammirato quella elegante Irina che corona il palazzo della Ra-
gione ed il palazzo ducale.
Fte 7 - PORTICINA Anche il concetto primitivo degli speroni di controspinta fu lombardo,

Miiiiiptwn ttninireiMin ma non riusci esente nella parie decorativa dalla influenza dello stile
DELLA oAvtilSl 1A St 11SM1 luUilALN .... ,

gotico, trattato con indipendenza, come lo dimostra un disegno aulico

che fa parte della raccolta Bianconi (fig. (i).

E cosi [iure tu di ari isti lombardi la creazione delle porticine delle sacrestie, le (piali nella
parte inferiore sono dell'epoca e dedlo siile grave delle basiliche milanesi e nella parte superiore (appli-
calavi senza collegamento e fusione di sorta) sono dello st ile snello, svelto delle leggiadre sepolture
denti Scaligeri in Verona, opera degli stessi campionesi, i quali un qualche sapore nordico pur
l'aggiungevano, carattere che non fa specie se si rammenta che questi maesl ri avevano anche lavoralo
assai nelle regioni d'òltr'alpe (fig. 7).

Ma la creazione fu e rimase tutta regionale nel pilone e nel suo capitello (fig. 8). Già nel libro dei
conti del 1387 troviamo registrate spese per le fondamenta dei piloni: nell'anno successivo Marco da
Campione ne studiava i modelli, cosi pure successivamente Tavanino da Gastelseprio e Giovanni da
Piacenza, e nel 1389 Antonio da Valenza si recava a Verona per riportarne la forma di un pilone
costrutto da Ambrogio di Verderio. Il modello del capitello fu pure oggetto di lunghi studi, esperi-
menti e discussioni. Pilone e capitello riuscirono un semplice ma originalissimo sviluppo del pilastro
lombardo a larga sezione che invece del capitello ha larga ed alla fascia di coronamento. Il Cesariano
nella citala sua opera diede la sezione di questo pilone ed il disegno del suo coronamento, (lig 0).

Coiranno 1402 si chiude l'intervento dei. maestri stranieri ed il periodo di lolla Ira lo stile lom-
bardo e lo siile d'òltr'alpe. Tulle le parti caratteristiche del duomo, sia costruttive (compreso il con"
loading ...