Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 358
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.58
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.61
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0401
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0401
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
358

ADOLFO VENTURI

in data rìelli 31 luglio, trovatisi inscritti altri debiti di olim m. Ho vale depintore, e .si fa parola
di suo fratello Pompeo '.

La data della morte di Ercole de' Roberti, oltrecchè ci fornisce un dato biografico di grande im-
portanza, ci dà modo di distinguere assai meglio di quanto fu fatto sin qui il nostro pittore da
Ercole Grandi. Con minore incertezza [tossiamo quindi accogliere nel novero delle opere di Ercole
de' Roberti alcune opere che erano assegnale ora all'uno, ora all'altro dei due Ercoli. Tale è ad
esempio la Deposizione esistente nel secolo scorso a Ferrara, nella chiosa di S. Domenico, e pas-

Fig. 10. — GL'ISRAELITI RACCOLGONO LA MANNA
(Dipinto di Ercole de'Hobwti nella galleria Nazionale di Londra)

sata poi dalle mani del ferrarese G. A. Testa in ([nelle del conte Zeloni, indi in proprietà del
corani. Blumenstibl in Roma (fìg. 0). Il quadro porta l'iscrizione apocrife E ■ GRANDI ■ F • MDXXXIIII;
ma fu questa messa verosimilmente a ricordo dell'autore, che si riteneva merlo nel 1535, e quando
i cognomi di Roberti e di Grandi si confusero tra loro. La pittura, benché abbia sofferto rifacimenti,
si manifesta Un'opera di Ercole de'Roberti, non del Grandi, che mai quella forma tondeggiante,

vova Como appare per uno Bolletino de mano do zoane
bap." do Jason off.1' a li" Bolletta de la Gamara solto
di xxx do zugno proximo passato sotlo scripto in bona
forma posto in filza Et sono diete robe ai infra videlicet.

« In prima per castella tre de vino cum graspe do
altani havute da frane" de la Cheoha castaido in casaglia
a L. 9 m. la castella. — L. 27. 0. 0.

« Et por la valuta do uno porco de pisi octo havuto
dal dicto frane" lanno 1495 a s. 14m.el peso — L. 5. 12.0.

« Et por la valuta de una Castella do vino do altani
havuta dal Rizo taruffo castaido del bai-co lanno passato
1495 — L. 9. 0. 0.

«Summa In tutto L. quarantauna s dodeso m. Et
posto chel prefato nostro signor dobia havore vidolieet.
L. xli. s. xi.i. d.

« olim ni' horcole in li" B."" a. e. 70 et

in libro a c. 209.
« 111.'"° n.'° Sig." in li" a c. 18 al suo

capitolo.»

1 Arch. sudd. — Memoriale id., a e. 102: « Zobia, adi

xxi do luio. olim m° Hereole depintore per compto del
suo ei edito che lui ha a li." Bolletta de la Camara de
dare adi soprascripto la infrascrita et soquente quantità
do dinari li quali per lui so fanno boni ala Exactoria
do la Camara per suo nomo proprio per li infrascripti
debiti che lui ha ali infrascriti libri de opsa exactoria
a e . ... itom li quali se eonsigna in pagamento a lui
proprio corno si mostra por uno Bollettino do mano de
Zanaio del labro oxactoro de la Camera sotto di v.r del
presente sotto scripto in bona forma posto in filza et
sono ut infra videlicet

« a li.» Resti 1493 a c. 37 .... L. 0.9.20

«a li.° Resti 1494 a c. 6.....L. 27. 14.3

« al dotto libro a c. 73 per nome de

pompeo suo fratello......L. 1. 11. 11

« al dieto li.-a c. 73.......'. L. 0.14.8

«Summa in Ulto L. trenta s. diesi; dinari otto
m. a quattrini Et posto che dieta Exactoria
debia havero.......L. xxx. s x. d. viu.
loading ...