Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 394
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.67
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.68
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0439
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0439
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
394

DOMENICO G-NOLI

dello. Il Milizia asserì che ciò era una favola; ad ogni modo, quel nome di Farnesina, e il giglio
che ricorre in tutti gli ornati di travertino, han latto credere che lo facesse costruire alcuno di
casa Farnese. Ma \\e\Y Itinèraire de Rome... redige par Anloine Nibby, d'après celui de m. Vasi
(Roma, 1855) troviamo che il palazzotto è dell'immortale Raffaello, il quale lo costruì per monsi-
gnor dell'Aquila. Questa opinione ha fondamento nel trovarsi il palazzotto sul vicolo dell'Aquila;
ma gli autori dell'Itinerario ignoravano che il palazzo edificato da Raffaello per Branconi dell'Aquila,
del quale conosciamo con precisione il luogo e il disegno, era, come ci attesta il Vasari, in Borgo

Fra. 1. — LA FARNESINA DE' BAULLARI IN ROMA

(prospetto principale) 1

Nuovo presso alla piazza di san Pietro; e ignoravano ancora che il vicolo ha preso il nome da un
Albergo dell'Aquila Nera che ivi era nel Cinquecento. Il Létarouilly lo attribuisce, naturalmente, al
suo prediletto Baldassarre Peruzzi, ed altri lo han dato a Giulio Romano. Infine, ce n'è per tutti
i gusti, da Michelangelo a Raffaello, e la conclusione è questa, che non si sa nulla così dell'archi-
tetto, come di chi facesse fabbricare il palazzo. Non mi pare inutile pertanto di risolvere ambedue
le questioni.

Nella volta della loggia al primo piano sono dipinti parecchi stemmi, ma nel mezzo e lo scor-

1 P. Létarouilly, Edifces de Rome moderne. Tom. I, pi. 49.
loading ...