Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 419
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.67
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.71
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0464
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0464
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
FRAMMENTO DI UNA SERIE D'ARAZZI NEL MUSEO DI PADOVA

410

un altro arazzo, di cui abbiamo memoria, quello che, tra i molti acquistati da un munifico pro-
tettore di quest'industria, da Filippo l'ardito, signore della Borgogna e della Fiandra, rappresentava
la Hisloire de Froimont de Bordiaucc K

Ma donde è mai vernilo il nostro frammento al museo padovano? Fino a pochi anni sono s'è
usato stenderlo come tappeto sul pavimento di una sala del palazzo di via Schiavino,rqui a Padova,

FRAMMENTO DI UNA SERIE D'ARAZZI FIAMMINGHI

(museo di Padova)

ov'erano le scuole tecniche, ed ora ha sede l'istituto musicale; quando nei giorni degli esami si
voleva fare un po' di lusso. Antonio Tolomei, cultore innamorato di ogni arte, salvò questo povero
avanzo dell'arazzeria fiamminga da rovina peggiore, facendolo ingegnosamente racconciare, e aggiun-
gere quindi agli altri cimeli, che con tanta cura sono conservati nel nostro museo. Se non che è
naturale chiedere: e nel palazzo di via Schiavino come era capitalo? Nessuna notizia intorno a ciò.
Resta solo un'ipotesi: che l'arazzo sia appartenuto alla cospicua famiglia dei S. Croce, dei quali

1 Muntz, La Tapisserie, pp. 119-20. Alla gesta di
Blayc forse si riferiva anche l'arazzo rappresentante
VHistoire de Gharlemagne qui va secourir le voi Jour-
dain (Muntz, La Tapiss., p. 119; La legende ecc.,

p. 339). Mi duole assai non poter consultare diretta-
mente lo Tapisseries flamandes del Pinciiakt, ed altri
lavori importanti su la tappezzeria, nei quali son forse
indicati altri arazzi figuranti la storia di Giordano.
loading ...