Archivio storico dell'arte — 2.1889

Seite: 440
DOI Heft: 10.11588/diglit.17348.67
DOI Artikel: 10.11588/diglit.17348.75
DOI Seite: 10.11588/diglit.17348#0485
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1889/0485
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
440

CRONACA ARTISTICA

CONTEMPORANEA

di quel progetto che seguisse immediatamente in me-
rito quello prescelto. E ora auguriamoci che la esecu-
zione dell'opera non proceda spedita quanto la decisione
per la scelta del modello; giacché diversamente il mo-
numento del Cossa correrebbe rischio d'essere inaugu-
rato nel xxi secolo.

A Brescia fu inaugurato il di 8 settembre il monu-
mento a Garibaldi, ed altro simile ne fu inaugurato a
Lucca il 22 del mese stesso, col consueto concorso di
popolo, e i discorsi e gli applausi soliti in simili cir-
costanze.

Fuori d'Italia poi sono stati eretti e inaugurati altri
monumenti, tra i (piali quello del celebre pittore Paolo
Baudry a Parigi, opera dello scultore Merciè e dell'archi-
tetto Baudry, fratello del grande artista. Questo monu-
mento è tutto eseguito in marmo nero, salvo lo zoccolo, che
é di marmo grigio. La Fama, statua in bronzo bellissima,
depone una corona di lauro dorata sulla testa di Baudry,
il cui busto posa in vetta a una piccola piramide di
marmo nero.

A Bolzano, nel Tirolo, è stato inaugurato un altro
monumento al trovatore tedesco Gualtiero von der
Vogelweide, lavoro che si assicura bellissimo, condotto
in marmo dallo scultore viennese Enrico Notter.

A Goeschenen finalmente, e precisamente all'imboc-

catura della grande galleria del Gottardo, si è inaugurato
il monumento dell'ingegnere Luigi Faure, che ne fu il
costruttore; e chiunque abbia veduto quell'opera, che
pare davvero oltrepassi i confini dell'umana potenza,
converrà che questo può senza fallo classificarsi fra i mo-
numenti più meritati.

— Chiuderò quésta ormai lunga rassegna, comme-
morando tre illustri artisti mancati di recente ai vivi,
i quali sono il paesaggista tedesco Hermann Herdtle,
morto a Stoccarda in età di 70 anni, e l'altro paesaggi-
sta J. B. Tuttine, morto a Carlsruhe il 24 agosto de-
corso. Si debbono al primo eccellenti paesaggi storici,
die gli valsero giusta fama di artista eccellente ; e il
secondo divenne celebre per le sue stupende scene della
Foresta Nera. A Boriino poi é mancato di vita Federico
Ilaiser, allievo di Orazio Vernet, nato nel 1815 a Lòr-
rach nel granducato di Baden, e divenuto illustre pei
suoi stupendi quadri di storia e di battaglie. I migliori
son quelli che trattano episodi delle ultime guerre for-
tunate della Prussia, il Principe Federico Vario ferito
a Wiesenthal; il Bivacco presso Duppel e l'imperatore
Guglielmo 1 che ispeziona una batteria all'assedio di
Parigi.

Settembre-Ottobre 1889.

C. Galeazzi

Per i lavori pubblicali nell'ARCHIVIO STORICO DELL'ARTE sono riservati tulli i diritti di
proprietà letteraria ed artistica per l'Italia e per l'estero.

Domenico Gnoli, Direttore responsabile

Roaià-TivOli, Società Tip.-Èdit. Laziale!
loading ...