Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 47
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.2
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.5
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0059
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0059
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
MONUMENTI ARTISTICI IN SAN GIMIGNANO

47

importante Raccolta un acconcio collocamento, mi studierò di farne in questo Periodico la de-
scrizione. 1

*

*

Col secolo decimoquinto l'arte senese, non volendo abbandonare le sue tradizioni, si restringe
del tutto entro la cerchia municipale, mentre la fiorentina collo studio pertinace del vero e del"

FRAMMENTO DEL « SAN SEBASTIANO » DI B. GOZZOLI

(Chiesa degli Agostiniani in San Gimignano)

l'antichità classica, acquista nuovo vigore, progredisce trionfalmente e continua ad espandersi per
ogni parte d'Italia. Intanto i vincoli fra San Gimignano e Firenze si fanno sempre più forti come
tra dominati e dominatori, e non più da Siena, ma da Firenze son chiamati d'ora innanzi gli
artisti.

Dall'Inventario de'beni e crediti della Collegiata del 1427 (Lett. Z, N. 1, p. 13— Cfr. Pecori
Op. cit. pag. 654) si viene a conoscere come Ventura di Moro, pittore fiorentino, avesse uvuto

1 Rimando intanto alla Storia della pittura in Italia de'sigg. Cavalcasene e Crowo, v. Ili, trad. ilal. p. 2(51 o 201.
loading ...