Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 139
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.10
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.15
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0151
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0151
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NUOVI DOCUMENTI

Dottor Bassetti, che le mandasse il 3." tomo de' gì' an-
nali manuscritti del Tassone, ma che per essersi tro-
uato partito il Dottor sodetto, s'aspetterà altro ordine
da V. A. Il S.e Card.1*? lo ronde affettuosissime gratie,
come se l'hauesse riceunto.

Il sic\r Cau.re Bernino lunedi all'alba fù condotto à
Tiuoli, e ben servito, e perchè egli s'è riservato scri-
vere a V. A. intorno la fabrica, a lui tutti ci rimet-
tiamo.

Roma li 18 Giugno 1661.

Di V. A. Ser.ma e R.ma

Dovotis.'110 et burnii.'110 seru.e
P. Caraccio V.° di Larino.

(Foris) S.a Pr.e Card. d'Esto. - Modana.

Seronis.mo e R.m0 mio Padron Col.1110

Non hò mancato di sopraintcndere alle cose di
Tiuoli cpoicbò Mastro Filippo hauendo fatto quanto ha
comandato il S.r Cau.r Bernino, è già partito por Mo-
dena, à lui mi rimetto. Si seguita l'inuentario e la
Casa passa con buon ordine e quiete, e riportandomi
al Can.^o Muzzarelli, faccio a V. A. hum.ma riu.za di
Roma li 2 Luglio 1661.

Di V. A. Ser.ma e R.ma

Deuotiss."10 et Hum.1"0 Seru.re
P. Caraccio V.° di Larino.

(Foris) S. Pren.e Card. d'Este. - Modona.

Seren.mo e R.mo mio Padron Col."10

Prima di chiudere la congiunta, riceuo dal s.r Mar-
chese Bernardi l'ultima di V. A. da fioronza. 11 sig.r Car-
dinal Pallauicino attenderà il fauore del 3.° tomo de-
gl'Annali manuscritti sempre, che al di Lei ritorno in
Modona le uenga commodo di la chiaue.

Participiamo tutti del contento, che V. A. ha rice-
uuto dalla relationo del S.r Cau.re Bernino della riu-
scita della fabrica, e dello fontane di Tiuoli. Hò scritto
a Costantino che s'affretti di sbrigarsi di tutti quelli
operarij.

Di Roma li 2 Luglio 1661.

Di V. A. Ser.ma e R.ma

Deuotiss.mo et Humil." Seru.re
P. Caraccio V.° di Larino.

(Foris) S.r Prenc.e Card, d'este. - fioronza.

Sereniss.mo e R.mo s.r mi0 Padron Col"10.

Per proueder d'un traue paradosso per il tetto di
Tiuoli, il s.>- Caure Bernino da me interrogato, hà detto,
che si può sicuramente disarmar la forma della fon-
tana nuona, e così ho ordinato al s.r Carlo Croce, che
la taccia disarmare per trouare il traue, che fa di bi-

sogno. Subito finita l'opera si farà misurar il tetto, e

si pagherà conforme l'occordo

Di Roma li 13 Agosto 1661.

Di V. A. Ser.ma

Deuotiss.0 et Humiliss.o Sern.ro
P. Caraccio V.° di Larino.

(Foris) S.r Prone.0 Card.0 d'Este. Modona.
Sereniss.mo e R.m° s.r mio Padron Col."10

Hò ordinato a Tiuoli, che si proueda del traue por
rimetterlo sotto il tetto in luogo del guasto, con le-
uarlo dalla uolta della fontana nuoua, già che il s.r Ca-
vaglior Bernino dieci giorni sono, mi disse, che si po-
teua disarmare. Con tutto ciò ho aspettato l'ordine di
V. A. e poi ho scritto al Croce, che se può pigliar il

traue senza disarmarla tutta, cosi faccia

Di Roma li 20 Agosto 1661.

Di V. A. S.ma e R.ma

Deuotiss.0 et Humiliss.0 seru.re
P. Caraccio V0 di Larino.

(Foris) S.1' Pren.e Card.'e d'Este. Modona.

Ser.ma Altezza

Il sig.r Marchese Bernardi determina di partire li
tre o quatro del uenturo in letica col giouino susari
lasciando quel l'altro sin al suo ritorno, o ad altro
auiso: pai'tira dico Martedì, o mercordi prossimo e
consolato della cortese audienza hauta questa matina
dal Papa il quale partirà lunedi anchesso per Castello,
por puoca pioggia caduta, ancorché non ariuata a Ca-
stello, la doue mando subito a riconoscere il uantaggio.

Fu hieri mattina a S. Pietro a uedere la fabrica,
ma non so se si sarà diletato di uedere la statua di
S.t Agostino una delle quatro della nuoua Cathedra di
S. Pietro, suentata al gettarla, opracione ch'importarà
scudi 5 mila per la qual si mormora del Cau.re Bernini,
il quale fu seruito hieri di una Carrozza di V. A. non

sò a quale efetto per Roma

Di V. A. Ser.ma

Roma li p.° ottobre 1661.

Humiliss."10 Deuotiss.0 et Oblig."10
Gio. Batt. Muzzarelli.

Pietro Berrettini da Cortona incaricato della pittura del
palazzo Estense in Roma. Sua rivalità col Bernini.
Giudizio su Salvator Rosa come pittore di decorazione.

Ser.ma Altezza

Il sig.r Pietro da Cortona hà ripigliato la sua fe-
bretta solita, e benché puoca, preuedo che sia por starsi
un pozzo a potersi promettere della sua applicatione
per la disposicione de pensieri per la pitura delle no 1 ti
loading ...