Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 248
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.20
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.31
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0261
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0261
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NECROLOGIA

Il marchese
Emanuele Tapparelli (l'Azeglio.

Emanuele, figlio unico del marchese Roberto d'Aze-
glio, dell'illustratore e direttore della Galleria di Torino,
associò, come altri di quella famiglia di gentiluomini e
di patrioti, all' more della patria quello dell'arte. Fra
le cure della diplomazia, in Inghilterra, ove stette come
inviato straordinario d'Italia e ministro plenipotenziario
dal 185U al 1869, e ove tornò di frequente, Emanuele
d'Azeglio si dimostrò intelligente e fortunato raccogli-
tore di porce lane di ogni scuola e di vetri dipinti. Nella
profonda cognizione di quegli oggetti nessuno lo supe-
rava in Italia, pochi in Europa; all'importanza della sua
collezione de' vetri dipinti, nessuna può mettersi a paro.
Con munificenza principesca, donò quella collezione, e
l'altra veramente straordinaria delle ceramiche al Museo
Civico di Torino, che lo ebbe a direttore. Mosso sempre

da amore per l'arte, acquistò nel 1883 la vecr-hia casa
Cavassa in Saluzzo (costruita al tempo di Francesco Ca-
vassa vicario marchionale, consig'iere ed amico di Mar-
gherita di Foix), col fermo proposito di ricostruirla e di
riadornarla. Delle sette sale in cui è diviso il pianter-
reno della vetusta casa, una fu dedicata a Margherita
di Foix, e reca in un medaglione marmoreo il suo ri-
tratto e un quadro ov' essa è raffigurata innanzi alla
Vergine, pittura degli ultimi anni del secolo xv; un'al-
tra sala fu destinata a Museo delle memorie storiche
ad artistiche riferentisi al Circondario di Saluzzo e alla
famiglia dei suoi antichi marchesi. Il Museo è rimasto
ne' primordi, e gli è mancata troppo presto l'opera
saggia e generosa del marchese d'A/,eglio. Possa la ri-
conoscenza verso l'illustre e benemerito patrizio farne
degnamente continuare la nobile iniziativa per parte
de' suoi concittadini!

A. V.

Per i lavori pubblicati nell'ARCHIVIO STORICO DELL'ARTE sono riservati tutti i diritti di

proprietà letteraria, ed artistica, per VItalia e per l'estero.

Domenico Gnoli, Direttore responsabile

Roma-Tivoli, Società Tip.-Editrice Laziale.
loading ...