Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 270
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.32
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.34
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0283
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0283
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
DOMENICO GrNOLI

sa dare al marmo. La Madonna nel fondo della nicchia è una delle più eleganti e soavi che sieno
uscite dallo scalpello di Mino; la testa ovale e liscia, secondo il suo solito, non esprime un sen-
timento attuale e vivo, ma ha in sè l'espressione costante e tranquilla d'una purità verginale; e

MADONNA NEL MONUMENTO FORTEGUERRI

tutto l'insieme delle linee e del chiaroscuro, dove un avanzo di durezza arcaica si fonde ad una
artificiosa ricercatezza, concorre a dar un'aria di castità, un profumo di gentilezza celestiale. Il
motivo è lo stesso che abbiam veduto nella figura della Carità nel monumento di Paolo II, ma non
ha la rigidità di quel la ; e il manto che ricade dalle ginocchia, pur mantenendo le stesse linee,
loading ...