Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 310
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.32
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.37
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0323
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0323
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NUOVI DOCUMENTI

nari che esserando (usciranno) de decto ceppo dati al
Depositario, sieno notati et scripti per li decti Fratri et
Officiali: et che li dicti Fratri et Officiali possano dare
le provisioni ad quelli starando ali altare ad recepere
denari et lemosine, si bisognarà.

Item, che nella decta Chiesia debia stare una cas-
setta con chiavi, le quali chiavi labiano ad tenere li
fratri et Offitiali ; nella qual cassetta si debiano rimet-
tere tucti dinari di messe et confessioni che fossero
dati ; li quali denari sieno per vieto e vestito di decti
fratri che starando continuamente et assidui in quello
luocho ; et (piando superabunnassero più che lu dicto
vieto et vestito, si debiano mectere nel decto ceppo per
fabrica di decta Chiesia, anno per anno; et che in nel
dicto luocho si debiano tenere dui o tre adcattatori
boni et idonei, per utilità del decto luocho, con be-
stie o senza, bestie, secondo parerà alli Fratri et Of-
ficiali.

Item, perchè li decti Fratri sonno mendicanti et vi-
vono di elemosina, che tucto quello si accattarà per
loro, oltra alla occorenziaf?) d'essi fratri, si consengni alli
decti fratri et Offitiali, li quali debiano mettare in fabrica
et utilità di dicto luocho: et che tucte le entrate di decta
Madonna, per qualunche via et modo pervenessero in
quel luocho, si debiano spendare in una bella Chiesia
et habitatione de fratri et hospitali et altri murerii (sic):
et comparar posessioni, secundo parerà alli fratri et Of-
fitiali, et non altro uso et luocho: li quali denari si
debiano spendare per bollecta facta per mano di fratri
dirizzata al Depositario, et sotto scripta et sogillata del
segno della Madonna per la mano delli Offitiali: li
quali Offitiali et Depositario in fin dell anno degano
esser Syndicati da due Scenthichi (Sindaci) et uno notario
sufficiente, electi dalli frati et essa Comunità, et dalli
homini dessa Comunità.

Item, che decti fratri non possano mai campare, nè
impetrare alcuna cosa che sia in prejudicio delli su-
pradicti capitoli ; et, quando contrafacessero, caschino di
facto domne loro pascione havessero in dicto luocho.

Item, per cascione che ogne cosa non si po preve-
dere in uno tracto circha decta administratione, vogliamo
inter cetera che la Compagnia sopradicta, una col Priore
che per lu tempo sarà in decto luocho, possano refor-
mare et ordinare et de novo fare tucte quelle provisioni
et ordinamenti, che paressero utili et espedienti circha
alla administratione et governo di dette elemosine et
luocho, et, tanto quanto fusse ordinato, si debia actendare
et observare, quanto le cose sopradicte.

Actum Rome in domibus Ecclesie S. Marie Minerve, |
positis in claustro diete Ecclesie, ubi est cisterna, in j
quibus ad presens residet supradictus Dominus Gene-
ralis, presentibus Nicolao olim Ianni Cole, Trombe de
Viterbio cive Romano, et Buttino Pauli tubicina de J
Urbevetere, testibus etc.

Et ego Constantinus quomdam Iohannis de Caprinis
de Viterbio, publicus imperiali auctoritate Nota-
rius etc.

X.

1469, settembre 29.

Archivio sudd. Lib. Margarita Voi. I c. 171.

Bolla di Paolo II che concede l'istallamento dei
Frati Domenicani nella Chiesuola e nel Convento co-
minciato a costrurre alla Madonna della Quercia, e ab-
bandonato dai Gesuati.

Paulus episcopus etc. Ven Fratri Episcopo Castrensi,
et dilecto filio Bartholomeo de Isdrubalducinis Canonico
Ecclesie Montisflasconis, salutem etc... Cum, sicut acce-
pimus, nonulli pauperes Ihesuati, qui... doraum cum Ec
clesiola hujusmodi construere inceperant... prò eo quod
ipsi cognoverant et cognoscebant dictum locum majoris
ponderis esse, quam ipsi se substinere posse sentirent,
et quia locus ipse prò eis aptus non erat, eumdem locum,
cum Ecclesiola et domo jam incepta, in manibus Prio-
rum diete Civitatis... resignaverint; et sicut exhibita
nobis prò parte Comunitatis predictorum petitio conti-
nebat, ipsi considerantes fructus uberes, quos Sacra
Relligio Fratrum Predicatorum in cunctis locis in qui-
bus domos sui Ordinis habent... facere consueverunt;
cupìentesque ab intimis dictam domum jam inceptam,
cuius fundamenta prò parte jacta sunt, debite perfici
et Ecclesiam inibi.... costruì et edificari ; sperantesque
quod id per fratres dicti Ordinis de facili confici et
adimpleri poterit... prò parte Comunitatis predictorum
Nobis fuit humiliter supplicatimi, ut predictum locum
et Ecclesiolam ac domum jam inceptam Fratribus dicti
Ordinis... perpetuo concedi et elargiri dignaremur. Nos
igitur... huiusmodi supplicationibus inclinati... vobis per
Apostolica scripta mandamus, quatenus vos predictum
locum cum Ecclesiola... concedatis... etc.

Dat. Rome apud S. Petrum... anno mcccclxviiii, ter-
tio kalendas Octobris, Pont. nri. anno sexto. 1

XI.

1473, maggio 6.

Archivio sudd. Lib. Reformat. Voi. XVIII c. 129.1

Bando per l'allogamento dei cottimi sulla costru-
zione della volta della Chiesa e del tetto grande del
Convento.

die VI Maij.

Orlandus publicus preco Civitatis Viterbii retulit,
per loca publica civitatis bis preconizasse infrascriptum
preconium, videlicet:

1 Riassumemmo le parti più interessanti di questa Bolla già
edita, perchè le giudicammo indispensabili a chiarire l'interpre-
tazione dei documenti successivi, e dare riuniti in un sol corpo
tutti i documenti sul tempio di S. M. della Quercia. La Bolla
può leggersi per intiero nel Fontana (De Rotti. Provincia Orci.
Preclieatorum, pag. 181), nel Bussi (op. cit., pag. 135) e nel Cap-
pelletti {op. cit., voi. VI, pag. 142).
loading ...