Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 422
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.49
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.50
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0439
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0439
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
422

GUSTAVO FRrZZONI

cinque si riscontrano in quattro figure di santi dipinti a fresco, trasportati dalla chiesa di San
Satiro, (dove già avevano alquanto sofferto per l'umido e per l'incuria di chi avrebbe dovuto
conservarli) e in un altro affresco di una Incoronazione della Vergine, ceduto alla Pinacoteca dalla
fabbriceria della chiesa di San Carlo. 1

IV.

Il grandioso palazzo di Brera, come si sa, contiene un'altra raccolta d'arte e d'antichità oltre
alla Pinacoteca di Brera ed è il Museo Archeologico. Un avviso all'ingresso opportunamente rende
avvertiti i visitatori che il locale a piano terreno, al medesimo consacrato, già da anni vuol essere
considerato ed è tenuto di fatto per provvisorio, essendo affatto insufficiente a raccogliere tutta

BUSTO IN MARMO DI GESÙ CRISTO

(sec. xv, scuola lombarda)

la suppellettile ond'è composto. Questa non potrà trovare un adeguato collocamento se non allorché
le sarà concesso un più ampio spazio nel Castello visconteo sforzesco, sgombro che sia dal militare,
ristaurato degnamente e ridotto nel suo stato antico.

Intanto la Consulta archeologica cui è affidata la direzione del Museo s'ingegna come può a
ricoverare i nuovi oggetti che man mano vengono ad arricchirlo, sia mediante doni sia mediante
acquisti, per quanto lo consentono i limitati mezzi di che dispone.

Il periodico l'Archivio Storico Lombardo pubblica annualmente un bollettino della Consulta
del Museo Archeologico in Milano, nella quale il Segretario della medesima, signor Giulio Carotti,
con accuratezza pari alla sua passione per gli studi dell'antichità fa un rendiconto particolareg-
giato di quanto viene periodicamente ad aumentare il materiale onde si compone il Museo, cor-
redandolo di un buon numero di tavole in fototipia, sempre opportune per rendere imagine degli

1 Sarà caro agli appassionati dell'arte il sapere che
i nuovi acquisti della Pinacoteca vedonsi mirabilmente

resi nelle fotografie della nota ditta C. Marcozzi di
Milano.
loading ...