Archivio storico dell'arte — 3.1890

Seite: 454
DOI Heft: 10.11588/diglit.18089.49
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18089.53
DOI Seite: 10.11588/diglit.18089#0471
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1890/0471
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
454

certi tipi iconografici, certe composizioni determinate, e nel rappresentare entrambi la decom-
posizione in forinole dello stile assunto da una scuola d'arte. Il Panetti è un pittore di immagini
di santi; il Mazzolino di composizioni sacre: il primo vi presenta le sue immagini, in lunghe
file, simmetriche, con teste lunghe e barbe radianti; il secondo, più ricco nel colore, raffigura
per solito Madonne, la Natività, Sacre Conversazioni, la Strage degVInnocenti, la Circoncisione,
la Disputa di Gesù nel tempio, ecc. Le composizioni di ugual soggetto sono varie nell'insieme,
e mostrano una diversa combinazione delle figure stesse: generalmente sono disposte in due

Tav. VI. — BERLINO, R. GALLERIA: LA SACRA CONVERSAZIONE

piani, la scena sacra al disopra, gli spettatori in basso, nel modo in cui dovevansi rappresentare
nel Rinascimento i misteri, sui tribunali nelle piazze. Anche nei particolari, i quadri del Maz-
zolino mostrano molte ripetizioni di un motivo medesimo. Così nei bassorilievi delle balaustrate
e dei fregi, nella Vergine col bambino e santi della galleria degli Uffizi, nell' Ecce-Homo di
Dresda, nella Strage degl'Innocenti di La Haye, nell'altro Ecce-IIomo della collezione del Duca
d'Aumale e in tanti altri quadri, del maestro, vedesi raffigurata una battaglia di cavalieri a mono-
cromato. A questo bassorilievo fanno comunemente ala altri due, uno de' quali mostra un guerriero
che sur un gradino si volge a prigionieri che gli stanno innanzi, e il secondo un guerriero sur un
loading ...