Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 30
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.3
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.5
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0060
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0060
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
30 P. L. CALORE

contiene, separate da una semplice fascia, due gole di coronamento adorne ambedue di palmette ;
all'estremità di quella interna, che è più sviluppata, vedonsi pure scolpite ad alto rilievo alcune
figure con cartelli in mano ed iscrizioni, le quali però sono assai mal ridotte. 1 L'arco ogivale
a destra mostra la caratteristica ornamentazione a zig-zag, o, per meglio dire, a losanghe, co-

CAPITELLO NELL'ATRIO.

mune a molti tra i grandi monumenti europei del secolo xii, con rosette di varia forma ed assai
finemente eseguite, negli spazi angolari. Su ciascuno dei capitelli delle quattro colonne anteriori
s'alza un dado rettangolare in cui è scolpito un albero che raffigura lo scettro abbaziale: ciascun

1 Yi si legge ancora: rex Salomon, che porta sul car-
tello l'iscrizione: Quasi platanus exaitata sum iuxtaaquas;
sanctvs clemens, colla leggenda : Vidi supra monterà agnum
stantem• agnvs dei; e finalmente rex david, il quale ha
scritto sul cartello: In fluminibus dextera eius. Anche i

capitelli delle colonne di fianco sostenenti l'arcata stessa
mostrano sei per ciascuno le figure degli apostoli ad alto
rilievo entro archettini sostenenti una specie d'archi-
trave ov'è inciso il nome di ciascun apostolo.
loading ...