Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 70
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.3
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.10
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0102
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0102
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
M1SC E L L A N E A

Fontanella in Santa Maria dell' Orto in Roma. —

I lettori dell' Archivio osserveranno certo con piacere la
riproduzione di questa elegante scultura dell1 ultimo pe-
riodo del Quattrocento o del primissimo del Cinquecento:
di quest'ultimo più verosimilmente, se la fontanella fu

fontanella, il garbo dello stile, la diligenza con cui lo
scalpello ha seguito le più tenui movenze delle orna-
mentazioni ci manifesterebbero che quest'oggetto non
fu primitivamente fatto per un cortile, ove vedesi adesso,
ma per un luogo chiuso. Pare anche che i rilievi al-

piletta d' acqua santa nella chiesa stessa di Santa Maria
dell1 Orto, la quale, cominciata a costruire fin dal 1489
e poi abbandonata, fu ripresa nel 1512 e condotta al
termine senza interruzione. Un bacino di forma elissoi-
dale sostenuto da un colonnino pare veramente non
dovesse esser altro che una piletta per l1 acqua santa ;
e quando l'epigrafe murata sul pilastro, che imprigiona
parte del bacino, non ci avvertisse che questa piletta
lu destinata fin dal 1029 ad accogliere l'acqua d'una

quanto risentiti dei festoni che inghirlandano il catino,
l1 abuso del trapano per traforare il marmo e per otte-
nere scuri profondi, una certa tendenza al carico e al
fastoso accennino ad un1 arte che si è già un po1 sco-
stata dalla purità dei quattrocentisti, e che non sa più
appagarsi di aggetti sobri e di quiete nell' effetto gene-
rale. Si può dunque credere che questa piletta sia opera
di un cinquecentista del primo periodo, il quale, pren-
dendo le mosso dagl'insegnamenti del Quattrocento,
loading ...