Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 92
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.13
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.15
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0124
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0124
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
FIERAVANTE FIERAVANTI

E L'ARCHITETTURA BOLOGNESE NELLA PRIMA META DEL SECOLO XV

I.

'architetto emiliano Fieravante dei Fieravanti, uno dei migliori della
prima metà del secolo xv, e, a' suoi tempi, uno dei migliori idrau-
lici d'Italia, è stato interamente dimenticato dagli storici dell'arte
perchè confuso col celebre suo figliuolo Aristotile. Costui, infatti,
assorbì l'opera paterna, anzi l'opera di tutta una famiglia, perocché
gli furono attribuiti anche i lavori dell'avo suo Rodolfo e dello
zio Bartolomeo. A tali confusioni, abbastanza frequenti nella storia,
s'era prestata inoltre l'enorme incertezza ed oscurità della genea-
logia dei Fieravanti, genealogia ch'io, sulla scorta dei documenti,
credo di stabilire abbastanza bene. Un po' di luce avea gettato su
di loro Michelangelo Gualandi spogliando diverse carte degli ar-
chivi ed esaminando i libri battesimali, 1 ma oltre al non aver visto tutto ciò che poteva vedere
ne' propri documenti, non ha spinto la ricerca in tutto e per tutto.

Certamente l'opera d'Aristotile è la più importante nel campo scientifico. Egli, con Bertola
da Novate, coll'Aguzio cremonese e con altri più o meno obliati, contribuì al progresso dell'idraulica
per istudi e scoperte di cui si diede quasi tutto il merito a Leonardo da Yinci. Converrebbe,
quindi, raccogliere in una monografia tutto ciò che si conosce e si trova intorno ad Aristotile, e
veramente non ò poco. LI Gualandi, Carlo Malagola, 2 Carlo Canetta,3 Luca Beltrami4 e parecchi
storici d'arte e di meccanica, o cronisti bolognesi hanno trattato di lui; ma, oltreché restano
documenti inediti, sarebbe necessario raccogliere ìe fronde sparte e mettere bene in luce quello
strano artista che trasportava torri, raddrizzava campanili pendenti, inalveava fiumi ed alzava
ròcche e la chiesa del Kremlino.

1 Memorie originali italiane risgnardanti le belle arti,
Bologna, tip. Sassi. Serie Y (1844), pp. 103-107, 185-98 -
Serie VI (1845), pp. 193-96 — Aristotele L xi or avanti mec-
canico ed ingegnere del secolo XV {Atti e memorie della
R. Deputazione di Storia patria per le provincie di Ro-
magna. Anno Vili, 1869, pp. 57-70). Scrivo Fieravanti
e non Fioravanti perchè mi piace di seguire la mag-

gior parte degli antichi documenti e gli storici contem-

poranei ad Aristotile.

Del trasporto della torre di Salda Maria del Tem-

pio in Bologna detta della Magione (Politecnico di Mi-
lano, voi. XXII) — Delle cose operate in Mosca da Ari-
stotele Fioravanti (Atti e mem. della R. Deputazione di
Storia patria per le provincie di Romagna. Nuova serie,
t. I (1877), pp. 207-232.

3 Aristotele da Bologna {Archivio storico lombardo,
Anno IX, 1882, pp. 672-97).

4 Aristotele da Bologna al servizio del duca di Mi-
la)io (1458-64). Milano, 1888,
loading ...