Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 252
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.34
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.38
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0284
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0284
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
252 A. VENTURI

cambiar via, onde non venisse danno alle terre de' Lucchesi. Il pittore ha rappresentato 1' affati-
carsi di alcuni campagnuoli per deviare il fiume : essi ne stanno denudati, con corona di frondi
intorno al capo, e con legnami per far argine alle acque invadenti. E intanto san Frediano,
seguito da chierici, alla presenza di personaggi di Lucca, segna al fiume, con un rastrello, una
nuova via (tav. II).

Un pilastrino divide questo scompartimento dall' altro, che rappresenta la nascita di Gesù,

Tav. II. - MIRACOLO DI SAN FREDIANO

(Affresco in San Frediano di Lucca).

con la A ergine adorante il bambino, che si volge verso di lei in atto di adorazione, mentre
i pastori recano i loro doni, e nel fondo si movono, verso il giaciglio di Gesù, i Re Magi, e tre
donne, che ricordano in qualche modo alcune del gruppo dello Sposalizio di Santa Cecilia, di-
pinto dal Francia nell'oratorio della santa a Bologna; ma generalmente i tipi muliebri sono
melensi in questo quadro, e il colore di rossiccio qui si è fatto scialbo.

Nel terzo scompartimento è rappresentato sant'Agostino battezzato da sant'Ambrogio (tav. Ili),
innanzi ad un arco con trofei nei pennacchi, circondato da popolo numeroso e da cospicui perso-
mentre altri catecumeni si spogliano per ricevere il sacramento insieme con Agostino. Nel
fondo si vede il Colosseo e 1' arco di Costantino. In questo quadro alcune teste sono ben model-
loading ...