Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 366
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.45
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.50
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0398
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0398
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
NUOVf DOCUMENTI

sconosciuto ai biografi del maestro, è un documento pre-
zioso che son lieto di poter pubblicare.

Sopra l'arcata superiore gira una balaustrata, e
quindi si eleva una nuova edicola ornata non si sa bene
se di pilastri o colonne, che dal disegno non si distingue.

CIBORIO DELLASANTA LANCIA

(Da un disegno del Grimaldi).

tava il papa inginocchiato ai piedi della Vergine, che
gli appariva tra le nuvole.

Giacomo Grimaldi, il noto archeologo romano, attri-
buisce il disegno del ciborio a Bramante, che noi sap-
piamo avere, verso questo tempo, dato i disegni del

palazzo della Cancelleria. L'opinione del Grimaldi è
stata seguita dal sig. de Geymuller. 1

Questo disegno, finora inedito, è tuttociò che resta
d'una pittura del Pinturicchio ricordata dal Vasari :
« In San Piero, alla cappella dov'è la lancia che passò
il costato a Gesù Cristo, dipinse in una tavola a tempera,
per il detto Innocenzo Vili, la Nostra Donna, maggior
che il vivo ». Per quanto incompleto, questo disegno,

1 Les projets 'primi ti fa pour la Basilique de Saint Pierre de Rome,
p. 82-83.

Al centro di quest'edicola, che terminava in una cupo-
letta sormontata da una lanterna, si vedevano, scolpiti
in bassorilievo, due angeli in adorazione avanti al ferro
della Santa Lancia.

Il disegno, che riproduce solo la facciata del ciborio,
ci lascia ignorare dove si trovassero i bassorilievi espo-
sti attualmente nelle Grotte vaticane. I medaglioni erano
probabilmente collocati tanto agli angoli dell'arco prin-
cipale quanto dei laterali.

Il ciborio fu distrutto nel 1606, nella ricostruzione
loading ...