Archivio storico dell'arte — 4.1891

Seite: 401
DOI Heft: 10.11588/diglit.18090.53
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18090.55
DOI Seite: 10.11588/diglit.18090#0433
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1891/0433
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
401

STATUE IN MARMO DEI SANTI LUDOVICO E BERNARDINO

ESEGUITE DAL BELLANO NELLA SACRESTIA DEL SAKTO A PADOVA.

Anche nella concezione, e perfino nella disposizione e nei tipi, il Bellano si mostra completamente
dipendente da una composizione simile del suo maestro. Senonchè qui l'artista unisce alla sua
dipendenza dal maestro un garbo molto maggiore che nel rilievo con la Madonna del 1461: noi
sentiamo che la sua dipendenza non è imitazione, e la composizione è ben riuscita nella dispo-
sizione, animata e piena di movimento ; le figure sono molto espressive e in parte bene eseguite,
specialmente le teste. E certo però che anche qui, in confronto col suo maestro, il Bellano appare
più povero, più uniforme, più pesante.

Già prima di essere incaricato di questo grande lavoro, l'artista aveva eseguita in bronzo
la statua colossale di papa Paolo II, raffigurandolo seduto. Pur troppo quest'opera, che fu uno

dei più bei soggetti forniti dal Quattroeento alla plastica, fu rifusa nel 1798, senza che neppure
se ne fosse conservata una riproduzione. L' Orsini, autore di una Guida di Perugia, la dice « al-
quanto goffa e la forma niente maestosa ».

A queste segue immediatamente un' altra grande opera in bronzo fuso, cioè i dieci rilievi
nel coro del Santo, che il Bellano eseguì fra il 1484 e il 1488. Può dirsi il lavoro più noto,
ma certo anche il meno piacente del maestro; vi sono rappresentate scene dell'antico Te-
stamento, cioè Caino ed Abele, il sacrifìcio d'Isacco, Giuseppe venduto dai fratelli, gli Ebrei
che passano il Mar Rosso, l'adorazione del vitello d'oro, il serpente di bronzo, la morte di Simone,
Davide e Golia, il giudizio di Salomone, e Giona nella balena; la serie fu più tardi completata
con due scene eseguite dal Riccio. Già il genere del rilievo non è punto indovinato: le figure
sono staccate quasi del tutto dal fondo, e non solo sul davanti, ma perfino nel mezzo. Inoltre
l'artista ha scelto per le figure una misura piccolissima, e per tal modo riempie tutta la super-
ficie di una quantità di figurette che fanno l'effetto di marionette. Anche le singole figure,
loading ...