Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 33
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.5
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.7
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0064
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0064
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
STUDI LEONARDESCHI

33

colle mani giunte, si trova egualmente nel disegno del Louvre con questa differenza, che alza
la testa invece di abbassai'la, e che tiene avanti la gamba destra invece della sinistra. Compa-
risce di nuovo nell'importante disegno della collezione Galichon (L'Art, 1887, t. II, p. 71), che rap-
presenta uno stadio ulteriore della composizione. Un altro personaggio, quello che ha un ginoc-
chio in terra, è rappresentato, nel disegno del Louvre, come curvo, ma si raddrizza nel disegno
della collezione Galichon.

D'una bellezza meravigliosa è il gruppo dei cinque personaggi che si affollano in tumulto
presso il Divino fanciullo. Leonardo non l'ha conservato, come si può vedere confrontando il
disegno di Colonia col disegno della collezione Galichon.

In questo gruppo sfolgorano un calore e un entusiasmo, un'emozione c una passione che
si trova troppo raramente nelle opere di Leonardo. Il maestro s'era fatto, sembra, quasi una
legge di comprimere i suoi sentimenti, affine di non offrire al pubblico che lo spettacolo di una
serenità perfetta. Se il disegno del Museo di Colonia non contenesse che questa rivelazione, se non
ci offrisse che lo spettacolo di questa esplosione di sentimenti generosi, ci sarebbe già un grande
interesse a segnalarlo agli ammiratori di Leonardo e mi crederei abbastanza pagato de' miei
sforzi per il piacere che ho avuto di metterlo in luce.

Eugenio Muntz.

(Continua).

Archivio storico dell'Arte - Anno V, Fase. I.
loading ...