Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 51
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.5
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.10
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0082
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0082
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
RECENSIONI E CENNI BIBLIOGRAFICI

W. L. Bchbeibeb — Manuel de l'amateur de la gravure
sur boi; et sur métal au XV siede, tome I", — Ber-
lin, Albert Cohn, 1891.

Lo studio della silografia fin ai nostri tempi è
stato molto trascurato in paragone a quello del-
l'incisione in rame. La grande rarità delle silo-
grafie edite in fogli staccati e la grande difficoltà
di raccogliere quelle che si trovano sparse nella
gran moltitudine dei libri delle biblioteche, hanno
opposto degli ostacoli grandissimi allo studio di
queste opere d'arte importanti e in gran parte gra-
liosissime.

Nel Peintre-graveur del nostro maestro Bartsch
o nei supplementi del Passavant e degli altri si
ricercherebbero invano quelle silografie che non
sono attribuite ad un determinato artista.

Ciascuna parte dei nostri documenti artistici
richiede un modo suo proprio di procedere per
trarne profitto per la scienza. Mentre nello studio
dell' incisione in rame è possibile di seguire lo svi-
luppo dell'arte, quale si manifesta nelle opere dei
singoli maestri, nello studio delle silografie è ne-
cessario di seguire un metodo affatto diverso, es-
sendo ben poche quelle che si possono attribuire
ad autori conosciuti. Per conseguenza bisogna for-
marne dei gruppi, secondo i periodi e secondo le
regioni dove le incisioni sono state eseguite.

Non c'è dubbio che il più necessario lavoro pre-
paratorio per questo studio deve consistere nella
compilazione d'un catalogo generale di tutte le silo-
grafie ordinato per l'uso pratico dell'amatore e dello
studioso.

Opportunamente quindi ci presenta lo Schreiber
il primo volume del suo Mutilici ili' l'amateur di'
hi gravure sur boi» au XV siècle, che forma la
prima parte d'un catalogo di tutte le silografie in

j fogli isolati, delle incisioni in metallo a rilievo
(gravure* sur métal) e dei libri silografici del se-
colo xv, e che sarà poi seguita da un trattato sulla
storia dell' incisione in rilievo. Un volume conte-
nente le riproduzioni d' uno scelto numero dei fogli
più interessanti metterà fine alla pubblicazione.

Essendo destinato questo catalago in primo luogo
all'uso pratico, l'autore ha fatto bene ad ordinare
le incisioni secondo i soggetti che rappresentano,
cominciando dalla storia biblica, progredendo colla
storia apocrifa e leggendaria, e descrivendo poi le

j rappresentazioni di Dio, di Cristo e della Madonna.
In questo primo volume sono descritte 1173 silo-
grafie.

Il secondo volume conterrà le rappresentazioni
dei santi e delle sante, le rappresentazioni pie e
mistiche, le sette età e la morte, i calendari, le
illustrazioni medico-scientifiche, storiche, geografi-

j che, mitologiche, i soggetti satirici, di storia della

| coltura, alfabeti, ornamenti, ritratti, armi, ecc.
Questo ordinamento ben pensato rappresenta
una parte importante del lavoro dell'autore, il quale
dimostra d'avere studiato profondamente e con in-

, teresse speciale l'iconografia cristiana. Ma soltanto
dall' uso pratico del catalogo si potrà giudicare se
questa sua disposizione sia la più razionale. Anche

| l'esattezza delle descrizioni, delle misure e di tutte
le altre indicazioni non potrà esser controllata che
per questa via. Per quanto si può rilevare dalla
lettura del libro, tutto ciò è fatto colla più grande
cura ed esattezza. Le descrizioni delle silografie
sono compilate colla necessaria concisione e nel
tempo stesso non difettano di tutte le particolarità

| occorrenti per l'identificazione. Si trovano notate
le misure dei fogli, i riferimenti bibliografici, poi
tutte le collezioni che ne conservano esemplari ed
loading ...