Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 60
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.5
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.11
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0091
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0091
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
60

MISCELLANEA

sto; poiché non si può ragionevolmente supporre
non essersi egli, quando si accinse al suo lavoro,
rammentato un dato cosi importante, e ancora
meno si può trovare il motivo pel quale egli
l'avrebbe allora messo a profitto soltanto in guisa
di postilla, e perchè — concedendo pure la sua sme-
morataggine — egli non l'avesse piuttosto incor-
porato come aggiunta posteriormente in modo or-
ganico al testo, invece di appiccandolo senza nes-
suna connessione colla sua forma attuale.

E questo argomento intrinseco per provare che
negli «Huomini singhularj » ci troviamo dirimpetto
a una copia del Manetti, viene ancora corroborato
da indizi estrinseci, in quanto che la postilla in di-
scorso pare dif'atti scritta contemporaneamente al
resto del testo, o almeno non vi si scorge nulla
che ci possa far supporre il contrario; e in quanto
che, finalmente, il testo stesso non pare una mi-
nuta, bensì una copia fatta su d'un originale an-
teriore, essondo esso scritto quasi ca'ligrafieamente
e senza veruna correzione o aggiunta. E siccome
sappiamo che il Manetti si dilettò a copiare mano-
scritti d'altri autori (di che fanno fede parecchi
codici di sua mano esistenti nella Laurenziana),
non c'è niente di strano o che s'opponga alla pro-
babilità, se lo vediamo anche completare, nel caso
presente, le Vite del Villani, riguardo al secolo
seguente, colla copia dello scritto d' un autore di
cui egli non indica il nome, come non lo fa nep-
pure pei « Viri illustri » del predecessore di esso.

C. DE FaHRICZY.

Raccolte (li riproduzioni d'antiche inci-
sioni. — La Direzione del R. Gabinetto delle
stampe in lìerlino, premurosa di porgere agli stu-
diosi un materiale per lo studio dell'arte dell'in-
cisione il più completo e ben ordinato possibile,

ha poco fa messo a disposizione del pubblico una
collezione di riproduzioni di stampe antiche raris-
sime, che formerà un supplemento alla collezione
degli originali. Questa collezione è formata da f'o-
j tografie, eliotipie, zincotlpie, ecc., che riproducono
incisioni rarissime o uniche di altre collezioni di
stampe, delle quali la collezione di liei-lino non
possiede un esemplare originale. Le riproduzioni,
per la più gran parte, si sono avute in cambio o
in dono da altre collezioni o da studiosi e racco-
glitori, o sono tolte da duplicati di cataloghi di
vendita, ecc. Questa collezione, formata già da
qualche tempo, è stata ora scientificamente dispo-
sta, collo stesso ordinamento seguito nella rac-
colta degli originali. Anche il Gabinetto delle
stampe di Dresda ha propalato una collezione si-
mile. T mezzi di riproduzione meccanica di cui oggi
disponiamo offrono così il modo di comporre con
poca spesa un materiale per lo studio e per l'in-
segnamento, che, sebbene non possa sostituire gli
originali, tornerà però molto utile per più rispetti,
e può dirsi anzi indispensabile per lo studio intimo
della storia dell' incisione. È da sperare che, con-
tinuando i cambi fra le collezioni, e col concorso
degli studiosi ed amatori, che ritraggono da simili
collezioni il maggior vantaggio, si riuscirà a met-
ter insieme una raccolta relativamente completa
delle incisioni dei primi tempi dell'arte.

Mentre i Gabinetti di Berlino e di Dresda hanno
istituite queste raccolte di riproduzioni indipen-
denti da quelle degli originali, nel Print Koom
del British Museum si è preferito un altro modo
di utilizzare le riproduzioni per lo studio; si sono
cioè inserite le riproduzioni nelle raccolte degli ori-
ginali stessi, mettendo le riproduzioni al posto de-
gli originali mancanti. Questo modo più scientifico
e sistematico incontra però una difficoltà pratica,
dovendosi conservare le riproduzioni collo stesso
sistema costoso e accuratissimo adoperato per gli
originali, mentri! potrebbero altrimenti conservarsi
in modo semplice ed economico.

I». K.

\
loading ...