Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 73
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.13
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.14
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0106
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0106
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
fondarono questa Chiesa (che aveva a essere la loro principale) nel mezzo della città, dove giusta-
mente si doveva porre, ma la fondorno vicino alle mura di quella che sono inverso il mare, ac-
ciochè mediante il sito della Chiesa Cattedrale dovessi essere nei tempi futuri il mezzo della città
dove allora era l'estremo. Ma a così alto disegno mancando in processo di tempo il favore della
fortuna, tal cosa non seguì giammai. Era la detta Chiesa di lunghezza di braccia circa 200 e di

ERCOLE.

Rappresentazione allegorica della forza pagana.

larghezza intorno a braccia 60, et haveva tre navi con tre porte nella facciata dinanzi delle quali
la nave del mezzo era distinta dalle altre due da' lati da grosse colonne di pietra sopra alle quali
posavano gli archi che reggevano le mura de' fianchi di detta nave, nelle quali mura e aopra a
detti archi da ogni banda era un bordine di finestre tonde con colonna nel mezzo di ciascuna,
che riempievano lo spazio di dette mura et davano lume alli ambulatorij che erano drento a dette
finestre e sopra a palchi delle due navi minori, dalle quali finestre comodamente si poteva per
tutta la lunghezza di detta nave gittar fiori sopra le pricissioni mentre passavano et quivi ancora
si potevano far musiche nell'entrata di qualche Principe o in altre simili occorrenzie. Il tetto

Archivio storico dell'Arte - Anno V, Fase. II. 2
loading ...