Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 228
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.30
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.31
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0269
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0269
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
228

GUSTAVO FRIZZORI

E in vero è già un bel vanto per una raccolta privata in Italia quello di potervi indicare
rappresentati nientemeno che i due capiscuola delle provincie rammentate, Frans Hala e Rem-
hrandt.

Del primo non avvi che una tela di limitate dimensioni, contenente un ritratto d'uomo dalle
spalle in su. La sua derivazione dal pennello di Hals da principio era messa in dubbio da taluno
in vista della esecuzione fusa ed accurata che non sembrava corrispondere al modo col quale

Fio. 7". RITRATTI NELLA R. PINACOTECA DI MONACO, DI PRANS HALS.
(Fotografia P. HanMt&agal h Monaco).

egli suole presentarsi nelle sue opere più note, condotte a gran colpi di pennello con recisi
contrasti di luce ed ombra. Venivano quindi suggeriti i nomi di altri valorosi campioni di quei
paesi, fra i quali abbiamo sentito rammentare principalmente Bartolomeo Van der Helst. Uno
studio ulteriore tuttavia della maniera di dipingere del Hals ne' suoi tempi primitivi crediamo sia
riescito ormai a confermare il giudizio del senatore Morelli nell'attribuire propriamente al Hals
l'accennata effigie dalla intonazione argentina, come ha già quasi persuaso il complesso dei
conoscitori intorno all'autore (che sarebbe lo stesso Hals) di una mirabile tela della galleria di
Monaco di Baviera, nella quale si vede riunita in geniale convegno una numerosa famiglia. Come
opportuno termine di confronto anzi ci piace riprodurre nell'unita tavola il facsimile di questo
dipinto (fig. 7a).

Alla scuola di lui appartiene il pittore di genere Jan Miense Molenaer. Il suo fumatore
seduto presso un tavolo, opera dipinta sul legno, non lo saprebbe dimenticare chi l'abbia veduto
loading ...