Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 254
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.30
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.32
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0295
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0295
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
CORRADO RICCI

140b', 10 marzo. Partita di erudito di lire 200 per maestro Giovanili da Siena Ingeniario
dmiiini Cardina/is [ Baldassarre (!ossa|. 1

1406, 20 agosto. Altro mandato di lire 2(>!S. -

1411, iì\ dicembre. Documento che ci dà notizia d'una casa abitata in Bologna da Gio-
vanni Petronio quond. Magistri Guidoni» de Seta dr. Bai/. Cap. S. Thomat tir Braina inquieta
Battista quond. Teste tir Testiscio. limi, nel possesso d'una casa posta in Bologna radia cappella
di San Tommaso della Braina. « Tohannes ser Ture lanarolus de limi. Cap. S. Tohannis hi Monte
dixit i/iuiil per munii mensem vel circa post dictàtn emptionem (tir mense lanuarn dicti anni l'ili)
ipse testi» adsoziavìl (Urtimi Baptistam ri min cum ipso accessit tal dictam (Imitimi t[i/<n>/ tunc
tempori» habitabat Magister Tohannes tir Seni* ri vidit, audivit d'ictus Baptista petiit a dieta Màgistro
Tohanne sibi tiare et sali i pensionem diete domus, riti Magister Tohannes respondit: Ego bene teneor
(Iure Uhi, sed mine non Italico, seti dalia libi liberter subito».9

1413, 17 agosto. Mandato di lire 120 a maestro Giovanni di Guglielmo da Siena provvisio-
nato dalla Camera di Bologna, con salario di lire venti al mese. 4

1414, dal 24 dicembre all'8 novembre 1415. Diverse piccole partite a debito di maestro
Giovanni per eccedenza di suo salario. '

1421. Magister Johannes tir Seni* debet habere die scrunilo septembris, ex causa mutui shjici-
(lutili molendinorum, libr. decem limi. 6

Vili.

Giovanni da Siena lavora per Obizzo da Polenta.

Considerando ora tutte le date prodotte, noi vediamo parecchie lacune, parecchi anni durante
i quali non sappiamo comi» e dove Giovanni applicasse il suo ingegno e la sua attività. Certa-
mente la sua sede abituale fu Bologna, ma i documenti non ci dicono nulla, uè di lavori, nò di
mandati, nè dello stipendio per notevoli lassi di tempo.

Ch'egli talvolta chiedesse licenza alla Signoria pei' recarsi via di Bologna ed applicarsi tem-
poraneamente ad opere per altri comuni o signori, apparirà tra breve. Intanto notiamo che gli
anni pei quali ci mancano i documenti sono questi : 138!), 1391, 1395, 1399, 1408-1410, 141(i-1420.
Pei primi quattro anni staccati fra di loro, si può supporre benissimo eh'ei rimanesse in Bologna
o in attesa di lavoro o applicato a compiere le opere iniziate, se pure non è a lamentare la perdita
di carte o libri d'archivio o qualche difetti) di ricerca per parte nostra; ma il silenzio assoluto
pel triennio 1408-1410 e pel quinquennio 1416-1420 ci fa pensare veramente che mancasse da
Bologna. Un'altra cosa ancora ci riconferma nella nostra opinione: il fatto che il suo stipendio non
era sempre ed esattamente annuale, era invece ora mensile, ora per quattro o cinque o dieci
mesi, ora per un anno, e cominciava saltuariamente in aprile o in settembre, in giugno o in
ottobre o in qualsiasi altro mese.

Ma dove fu, negli anni che non appare in Bologna, specialmente nel quinquennio indicato?
Ora, in alcune lettere scritte da Obizzo da Polenta al Magistrato faentino, lettere citate da Gi-
rolamo Rossi, 7 si fa fede che Giovanni da Siena oltre che pei Bolognesi avea lavorato per Nicolò

1 Ardi. boi. - Ufficio della Cameni - Entrate e spese
della Cianccti, voi. del 1406, c. 249 ; Ciurmili iti Teso-
reria, voi. del 1406, e. si r.

"' Giornali iti Tesoreria, voi. cit., c. 127 '".

" (). Mazzohi-Tosilli, Spogli mss. iteli'Ardi, crimi-
nale ili Bologna. Parte II, fase. IX, e. 4os. — Ci tu
comunicato dall'amico dott. Lud. Frati. — S. Tommaso
ile/la Untino in Bologna si trovava dove oggi è il qua-

driportico di Santa Maria dei Servi.

' Giornali ili Tesoreria, voi. del 1314, e. 62 f.

1 Ardi, boi. - Ufficio della Camera - Campione ilei
creditori e debitori, voi. degli anni 1414-1.5, c. 257 <■.

Ardi. boi. - Eni rati e spese della l'omero, voi. del
1421, e. .'i4!» r.

' Historiae Ravennjtte (Venezia, l5H!i), p. 607.
loading ...