Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 333
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.30
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.37
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.40
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0379
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0379
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
LA CANCELLERIA ED ALTRI PALAZZI DI ROMA 333

tori toscani, o, meglio, da compagnie di architetti e scultori, affatto diversa da quella che egli
aveva pressoché creata e condotta a tanta altezza in Lombardia. Degli edifìci, a cui, come
ho detto, essa principalmente si applicava in Roma, l'esterno del palazzo non ammetteva dap-
prima rivestimento di pietra, riè decorazione d'ordine architettonico. L'architettura vi si appoggiava
alle due arti sorelle ; e, provveduto alla costruzione dell'edilizio, quasi si nascondeva dietro a
quelle, raccomandando alla pittura o al graffito il rivestimento dei muri, e alla scultura deco-
rativa l'ornato delle porte e delle finestre. Di tali palazzi del periodo di Sisto IV, oltre quelli
dei Santi Apostoli e del conte Girolamo, ci rimangono quelli del cardinale Nardini o Governo

CHIESA DI SANT'AUREA IN OSTIA

(Fotografìa dGli*Archivio).

Vecchio, del cardinale Domenico della Rovere a Scossacavalli e qualche altro. L'ordine architetto-
nico eia riservato ai chiostri o cortili, ai pubblici edilìzi, come l'ospedale di Santo Spirito, e
alle chiese. Nell'ultimo quarto del secolo abbiamo un gruppo di chiese costruite dai fondamenti
con tipo comune: quella di Santa Maria del Popolo, a cui conviene congiungere la cattedrale
di Torino, San Pietro in Montorio, Sant'Agostino, a cui credo debba andare unita quella di
Sant'Aurea in Ostia e forse la collegiata di Bolsena, San Giacomo degli Spaglinoli, oltre a San
Cosimato ed altre minori. Le chiese di Poma, eccetto San Giacomo, hanno tutte la facciata rive-
stita di travertino, con sottili pilastri poco rilevati e sorgenti quasi tutti su d'uno stilobate che
corre lungo tutta la linea della facciata. D'ordini architettonici non ne troviamo che due (non
parlo che dell'esterno), il toscano e il corintio, assai liberi nelle loro proporzioni; poi il toscano
ceile quasi il posto al corintio, che regna pressoché solo nelle costruzioni più tarde : il capitello,
prima tozzo e schiacciato, proveniente dal basamento della .Mole Adriana, prende poi proporzioni
loading ...