Archivio storico dell'arte — 5.1892

Seite: 379
DOI Heft: 10.11588/diglit.18091.45
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18091.46
DOI Seite: 10.11588/diglit.18091#0429
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1892/0429
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
379

dilezioni il monumento di CHannozzo Pandolfini nella chiosa di Badia a Firenze (tav. XVI), attri-
buito a un seguace di Desiderio da Settignano. E da Pirenze probabilmente si parti perle Ro-
magna, e si soffermò a Forlì per scolpire il monumento di Barbara Manfredi e a Rimini per

Tav. IX. - Fiesole. Badia. Tav. X. - Id. in. Tav. XI. - Id. in.

Porta e einestra dell'antica libreria.

Tav. SH. - [D. ID. Tav. XIII. - In. m.

eseguire il sepolcro di Sigismondo Malatesta (tav. XVI). Non v'è dubbio per noi che il monumento
che si vedo all'entrata del tempio malatestiano sia opera di Francesco di Simone, e non di Ber-
nardino Ciuffagni a cui fu attribuito dal Vasari stesso.1 I pilastri del monumento sono ornati.

1 Ila richiamata la nostra attenzione sul monumento Francesco di Simone, il direttore W. Bude della Ralle-
di Sigismondo Malatesta, additandocelo come opera di ria di Berlino.

Arrìiin'o liwieo dell'Arte - Annu V, Fasi'. VI. •>
loading ...