Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 7
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.3
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.4
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0041
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0041
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
IL MUSEO NAZIONALE DI FIRENZE NEL TRIENNIO 1889-1891

7

proprietà, si credette opportuno di ritirarlo. Non è lavoro di grande artista e nemmeno è
di fine esecuzione : gli nuoce però assai l'aver perduto il naso che gli è stato rifatto mala-
mente e di forma affatto diversa da quello che si vede in altri busti e medaglie di Giu-
liano. 1 Forse fu scolpito dopo la morte di lui per essere collocato sopra una porta, come
lo erano parecchi altri descritti nell'inventario del Palazzo de'Medici: e probabilmente
appunto per questo è di fattura grossolana e di dimensioni maggiori del vero.2

Dirò ora delle terracotte invetriate, serie notevolmente cresciuta sopratutto-fper il tra-

Fig. Ga - LA VERGINE COL BAMBINO, di Luca della Robbia.

sporto al Museo di quasi tutte quelle che stavano nel cortile dell'Accademia di Belle Arti.3
Ciò ha dato opportunità ad un riordinamento per cui sono stati collocati in posizione più
vantaggiosa alcuni rilievi che prima non si potevano veder bene.

Il più importante acquisto è stata la lunetta che stava già sulla porta della chiesa

1 II naso verrà quanto prima restaurato in gesso
col sussidio di calchi presi da altri ritratti.

2 Nel secolo scorso e anche in questo si è sempre
creduto che rappresentasse Lorenzo il Magnifico : tan-
toché, malgrado fosse un busto tagliato orizzontalmente,
gli fu applicato un peduccio col nome Laurentius Me-

dicea, che fu tolto poco tempo fa.

3 I sessantasei busti di Santi, lavoro di Giovanni
della Robbia, furono saviamente rimessi a posto nel
grande chiostro della Certosa, da cui erano stati tolti
all'epoca della soppressione napoleonica.
loading ...