Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 45
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.3
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.7
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0083
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0083
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
NUOVI DOCUMENTI

45

nel fine dell'opera, per che in vero jo amo l'una
et l'altra parte parimente, et così 1' ho exortato
per più respetti a far piacere di questa opera:
perchè dell'altre ne socederanno non sarà finita
questa. Esso ha fatto l'antipetto del' altare : ma
non lo porta al presente per che con le colonne

10 portara, le quale ad honor della madonna ho
trovato et ne ho avuto bonissimo mercato, et lui
le ha vedute, piacia alla madonna che facciati el
mercato come io spero accio che ispidito da voi
ritorni per la maestranza et per le colonne, io
spero che pagato l'antipetto et le colonne et li
dua pilastri mi avanzara qualchi denari nelle
mano : sei caricare le robe non mi torà quegli et
degli altri. Degli meriti miei delle fatiche et del
modello e dissegni, non aspetati eh io adimandi il
quanto per ciò che con tutti eh io ho a fare tale
imprese la rimeto a loro, e perho tanto magior-
mente la debbo rimettere in voi tutti che sedete
in cosi pio loco, et certo se le cose di qua mi an-
dassero cosi prospere come contrarie e non sola-
mente a me, ma a tutti gli altri, per causa delle
guerre, io haveria voluto servir gratis la madonna,
e per tanto al tutto me rimetto nelle vostre cor-
tesie offerendomi venire costì quando farà bisogno
ben che il maestro è così bene informato, et li
disegni grandi fatti con tanta diligentia che da
ognuno potrebbon esser intesi et ben guidati, esso
vedera li marmi se i sono boni et della grandezza
al disegno, et quando non frissero, accommodarò

11 disegni alle pietre, ne si meraviglia V. Sig.rie
della cima così trasmutata per che così mi ò parso
per più respetti.

Sei sopradetto m. jacomo saldara il mercato
come io spero, esso sarà venuto et ritornato a sue
spese, ma si per caso non si facesse il mercato,
esso sarà venuto alle spese della fabbrica : che
cosi e costume in tale imprese. Altro non mi par
di scriver per bora per che più minutamente scri-
verò poi quando el vera con la maestranze, et
così umilmente faccio reverentia a Vostre Signorie.
Di Vinetia alli 6 luglio 1538.

D. V. Sig.rie molto affeti.t0
Sebastiano Serlio.

(Fuori) Alli Magnifici Signori Fabricieri della Ma-
donna di Galiera in Bologna.

(Arch. di Stato di Bologna - Demaniale - PP. Fi-
hPPim 5995}-

X.

M. Carlo mio sempre ho.to

Col nome di iddio, m. jacomo se ne viene a
bologna dove lassa ogni pensiero adietro con animo
solamente di far l'opera della madonna, jo ho ri-
dotto sotto brevità tutti li danari spesi per conto
della fabbrica, delli quali esso m. jacomo ve ne

j dava bon conto de mia mano, et altra li A. 50
eh io hebbi et che in più volte ho speso : esso ne
ha speso fin ad ora delli suoi come voi di mia
mano ne vederete il confesso, et anco ne spenderà
degli altri per lo viagio, dove li potrete prestar
piena fede: per che è huomo leale et viridico et
cosi gli ne sarete buon venditore in nome dei
Sig.ri operarij. jo come per altre mie vi ho scritto
si pur andaro in franza che iddio faccia sortire- il
meglio jo non andarò prima che alla fine di Ago-
sto, et faro ogni opera per passare di costì, et in
tanto disponete di me come solete, et vi piacerà
salutare a nome mio tutti quei Signori fabricieri.

I li danari che havete a rendere a m. jacomo sarano

I qui sotto notati li quali ha speso di sua borsa,
anci li notaro alincontro de le altre spese per me
fatte mettendole tutte in un conto per non fare
intrigo, ma vi so dire chel dacio de i marmori e
molto disonesto per ciò che paga cinquanta per
cento di costo, et sio non era avertito e che ba-
vere detto il costo di tutte le pietre ce andava
più di ventisetti scudi di boletta. ma mi sono aiu-
tato senza carico di coscientia per che non mi
hanno astretto al giuramento e nondimeno la mi
e parsa aspera et disonesta et piacia a dio che la
madonna non faccia qualche vendetta sopra di

I questo. Rimborsarete adonca tutto quello a m. ja-
como che bavera speso si come per un conto breve
sarete chiaridi. Di Vinetia alli xviii magio mdxxxìx.

Alli comandi vostri Sebastiano serlio.

A presso darete a m. jacomo sopra detto un
di quei miei libri di architetura et anco due e tre
se tanti ne volesse et anco li darete tutti quei di-
segni che havete che fumo fatti per quel maestro
marco intagliatore.

(Fuori) Al mio sempre ho.to m. cario ardizzoni,
jn Bologna.

(Arch. di Stato di Bologna - Demaniale - PP. Fi-
rn .
Iwni 5g95).
loading ...