Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 227
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.20
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.27
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0268
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0268
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
MISCELLANEA

Notizie di restauri e monumenti:

Per il palazzo ex-ducale di Venezia si sono
stabiliti vari provvedimenti, cioè : La miglior siste-
mazione della coperta plumbea, in quel tratto che
protegge il muro, su cui sta il quadro del Tinto-
retto raffigurante il Paradiso. Si è approvato il pro-
getto dei lavori occorrenti per sopprimere l'attuale
rialzo d' un gradino e ripristinare, secondo le tracce
superstiti, i locali limitrofi alle grandi rive d'ap-
prodo. Finalmente è stata pure accettata la perizia
addizionale dei lavori di restauro alle logge interne
del cortile.

*

# *

Per incoraggiamento a lavori di riparazione in
monumenti, il Ministero ha concesso alcuni sussidi
o concorsi di spesa, e cioè: Per la chiesa di San
Salvatore in Foligno, edificio che serba integra la
facciata originaria. Per il campanile monumentale
della chiesa di San Donato, in Genova. Per il
prospetto e l'atrio della chiesa di San Michele, in
Cagliari. Per la chiesa di San Vitale, in Arena,
dove verrà scoperta e restaurata la cripta. Per la
chiesa di Sant'Anastasio, in Lucca, la cui facciata
conserva integro il tipo architettonico del xm se-
colo; vi si chiuderanno le due finestre rettangolari
nel fianco sinistro, e si apriranno invece le tre fi-
nestre feritoje dell'abside.

#

I principali lavori di restauri nelle chiese in
quest'ultimo bimestre sono stati :

Formazione d'intercapedine lungo tutta la fac-
ciata settentrionale della cappella e della contigua
sacrestia; la ripassatura dello stillicidio della fac-
ciata stessa e di alcune parti delle altre ; il cambio

di alcune travature sciupate; il riordinamento del
tetto: nella cappella dedicata a San Pietro Mar-
tire, nella Basilica di Sant'Eustorgio, a Milano.

I due anelli di ferro che fasciano due colonne
della navata del duomo di Forcello, corrosi dalla
salsedine marina, vengono sostituiti da altrettanti
anelli di rame.

Si è cominciato il restauro della facciata del
duomo di Modena, curando che non si rinnovi il
pietrame antico per rimediare alle corrosioni super-
ficiali. Anche la tettoia della chiesa monumentale
di San Giovanni, presso Pietrasanta, è stata ripa-
rata. La parte superiore della torre annessa alla
chiesa di San Maurizio, in Milano, è stata oppor-
tunamente consolidata. Altri lavori di riparazioni
furono eseguiti nella Basilica di Agliate, e in quella
di San Giovanni, in Monza, per la cappella della
Regina Teodolinda, in cui è la corona ferrea, per
la quale si sta costruendo la cassa forte.

La cupola di Santa Maria delle Grazie, detta
del Calcinajo, presso Cortona, oltre a non poche
macchie di umidità, ha cretti assai lunghi, che
rivelano una costruzione poco solida e regolare.
Alcune altre parti architettoniche di quell'edificio
sono gravemente deperite. Si è perciò messo mano
alle urgenti opere di riparazione. La chiesa verrà
munita di parafulmini.

In una parte della facciata della chiesa di San
Pietro, in Ancona, erasi manifestato un rigonfia-
mento che si estendeva verticalmente dallo zoccolo
fino al fregio a fogliami, coincidente con l'imposta
dell'arco della porta, ed orizzontalmente per quat-
tro metri. In alcuni punti lo strapiombo giungeva
a venticinque centimetri. Arsitati con diligenza i
I muri e le volte del tempio, non vi si trovarono
loading ...