Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 243
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.28
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.30
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0284
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0284
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
NUOVI STUDI INTORNO A MICHELOZZO

243

inginocchiata di Bartolomeo.Aragazzi, a cui la Madonna pone la destra sul capo, uno della
stessa famiglia in abito ecclesiastico, che si stringe dietro di lai, appoggiandogli una mano
sulla spalla e afferrando con l'altra un bracciuolo del trono, mentre per le sue braccia non
v'è posto. Anche gli omeri e le spalle di Maria sono difettosi, per quanto grazioso sia il
modo in cui le mani si piegano con le loro dita lunghe e sottili, e per quanto seria e pro-

BASSORILIEVO GIÀ APPARTENENTE AL CENOTAFIO DI MONS. ARAGAZZI

NELLA CATTEDRALE DI MONTEPULCIANO.

fonda sia l'espressione che anima la testa, dalie linee classiche, leggermente piegata in avanti
e rivolta agli adoratori. Alquanto impacciato nell'esecuzione, ma profondamente sentito ap-
pare il motivo del Bambino che, tenendo in grembo con la destra una melagrana, tiene la
sinistra in atto di vergogna o di modestia sul petto al di sotto del mento, mentre contempla
le severe sembianze del suo adoratore. In questo atteggiamento v' è una espressione di be-
nevolenza mista d'imbarazzo, che ben s'addice all'età fanciullesca. Essendo la Madonna e
il Bambino rivolti al committente, la disposizione generale piega alquanto a sinistra, mentre
a destra prevale il numero delle persone. Primo di tutti è un fanciullo nudo, in terza linea
a cominciare dal davanti, appoggiato alla base del trono; accanto a lui sta inginocchiata
loading ...