Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 310
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.35
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.36
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0358
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0358
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
310

ossia ragionato) se non a proposito di un ritratto di Filippo II, che figura ufficiai mente fra
Je copie del Tiziano. 1 II sovrano vi è raffigurato a mezza figura, in età giovanile. Per quanto
si veda che non è una imitazione pedissequa del Yecellio, pure l'attribuzione alla gentile
pittrice non parmi confortata da una evidente corrispondenza con altre cose sue. Forse la

Fi,. 22* - SPOSALIZIO DI SANTA CATERINA, DEL PROCACCINO

(Milano, Galloria Arcivescovile, fotografia I.. Dubraj).

congettura del Catalogo trae la sua origine essenzialmente dall'aversi notizia che la Sofo-
nisba, dama della regina Dona Isabella della Paz, fece un ritratto molto lodato di Filippo II
nel 1559. 2

1 N. 498, situato fra i quadri italiani del salone,
ossia galleria centrale.

2 Si noti eh' è questo lo stesso anno nel quale la
Sofonisba, giovinetta, eseguì il quadretto, oggi nella

Galleria Morelli in Bergamo.

Vedi in proposito il mio libro : La Galleria Morelli
in Bergamo, descritta ed illustrata con 24 tavole foto-
tipiche, p. 54. Bergamo, stab. Frat. Bolis, 1892.
loading ...