Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 327
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.35
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.37
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0377
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0377
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
DUE MADONNE ATTRIBUITE A GIOVANNI PISANO

327

in genere, di alcuni ornamenti e particolarmente soltanto del ritratto di Nicola; ma i signori
Crowe e Cavalcasene, nella vita di Nino Pisano, dicono poi di questo, o di qualcuno dei
suoi scolari, una delle Afergini collocata sur una guglia della chiesa della Spina. 1 Parrebbe
che qui si volesse alludere a quella proprio di cui noi parliamo; ma, allora, quale altra

MADONNA IN AVORIO ANGELO NELLA MADONNA DELLA SPINA

di Gio. Pisano. ra Pisa, di Andrea Pisano (?).

Madonna induce, per la maniera colla quale è stata trattata, a ritenersi opera di Giovanni,
se proprio la nostra, perchè posta sul vertice della guglia centrale, è quella sola che poteva
sfuggire, appunto per l'altezza, ad un esame accurato? Comunque sia, poiché questa è si-
tuata ora in modo da potersi giudicar meglio e studiare, possiamo stabilire intanto, che
per i caratteri a lei propri, non debba per nulla credersi di Giovanni, e molto meno di Nino
o di qualcuno dei suoi scolari.

1 Storia della pittura, voi. II, pag. 11.
loading ...