Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 373
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.35
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.40
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0423
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0423
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
373

di S. A. S., et in fede ho fatto la presente prima
riceuta, questo dì detto, in Firenze

Lire 118 : 1 : 4
et sono per havere gittato quattro alie di bronzo,
cavato cera et ricotto le forme, a mia spese, fatte
dal Signor Cavaliere Giamboloima scultore.

gittato di bronzo uno angiolo, quasi di grandezza
naturale, del quale haveva fatto la cera et forma
il signor cavaliere Gio' Bologna. Pesò, colle bocche
et doccioni, libbre novecento quarantacinque, va-
lutato ditta gettatura soldi cinque per libbra, git-
tato a tutto mia spese, et consegniato al sudetto
signor Cavaliere. lire 236 : 5 —

E a dì 31 di detto lire dugentoventisette, soldi 10,
sono per havere gittato di bronzo un altro angelo
simile al sopradetto del quale la cera et forma
haveva fatto ditto Signor Cavaliere; pesò colle
bocche et doccioni libbre novecentodieci, valutata
ditta gittatura soldi 5 per libbra, gittato a tutto

mia spese et consegniato al sudetto signor Cava-
]jere j- 99y . |q _ Magnifico signor Capitano Gio: Bat: Cresci,

Fra Domco Portigiani q. sup.

le quali alie debbano servire per e' dua angeli, che

il suddetto Signor Cavaliere fa per il Duomo di
Pisa.

F. Domco q. sup.
(Arch. del Capitolo. Filza L, pag. 151).
-4-Addì 22 di Giusrnio 1002.

provveditore delle fortezze, piaccia a V. S. far' pa-
gare a 'stanzia delli Magnifici signori deputati del
duomo di Pisa per l'opere lavorate su l'angioli di
bronzo fatti per in su lo altare maggiore:

Addì 8 di giugnio 1602
Francesco di Girolamo della Bella, scultore, per

opere 3, a soldi 66. 8. Lire 10 —

Guasparri di Girolamo della Bella, scul-
tore, per opere 5, a soldi 30 » 7. IO
gnori Deputati di S. A. S. alla restauracione del I per 1,° staio di carboni di scopa, a lire 12
duomo di Pisa, e per loro dal Magnifico Signor staio per anzar ferri » — 12

Capitano Gio: Battista Cresci, provveditore delle j per saldatura di stagnio per saldar pezzi » 3.4

Et deono dare per riguocitura delle forme de'
sopradetti angeli lire ottantaquattro piccioli, ricotti
a tutto mia spese di fornace et legne lire 84 —

lire 547. soldi 15 —

Gio: Bologna aferma quanto di sopra1

(Arch. del Capitolo. Filza L, pag. 154).

A dì 26 di aprile 1602.
Io Gio: Bologna ho ricevuto dalli Magnifici Si-

fortezze di S. A. S., scudi venticinque, sono per
seguire a pagare le opere e spese per li angioli
di brongio per detto Duomo, e per fede, la presente
sarà sottoscritta di propria mano scudi 25.
Seconda ricevuta

Gio: Bologna
(Arch. del Capitolo. Filza M} pag. 204).

addì 15 detto
Francesco di Girolamo della Bella, per

opere la, a soldi 66. 8. » 3. 6. 8

Guasparri di Girolamo della Bella, scul-
tore, per opere 3 a soldi 30 » 4. 20 -
addì 22 detto
Francesco di Girolamo della Bella, scul-
tore, per opere 3, a soldi 66. 8. » 10 —

Io Fra Domenico Portigiani ho riceuto, questo Guasparri di Girolamo della Bella, scul-

dì 9 di Giugno 1602, da' Magnifici Signori Depu-
tati alla restauratione del Duomo di Pisa, lire cento-
diciotto, soldi 1 : 4 e per detto dal Signor Gio: Bat-
tista Cresci, provveditore del castello di Firenze

1 II conto è scritto di mano del Portigiani.

tore, per opere 6, a soldi 30 » 7

Lire 45. 2

per la seconda

Gio: Bologna

tergo: Per li agnoli.

Igixo Benvenuto Supino.

Archivio storico dell'Arie - Anno Vi, Fase V.
loading ...