Archivio storico dell'arte — 6.1893

Seite: 380
DOI Heft: 10.11588/diglit.18092.35
DOI Artikel: 10.11588/diglit.18092.41
DOI Seite: 10.11588/diglit.18092#0430
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/archivio_storico_arte1893/0430
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
0.5
1 cm
facsimile
380

RECENSIONI

come è stato inteso in quello che abbiamo sotto
gli occhi.

Nò si avrebbe a muovere rimprovero ai com-
pilatori del Catalogo del Louvre di avere intera-
mente relegati) nella stessa Tavola delle materie
l'enumerazione dei quadri di valore subordinato,
come non si può negare che le raccolte artistiche
d'importanza non potrebbero che guadagnare in
genere ove venissero depurate di quel che vi è
meno degno di starvi. Se non che i criteri coi
quali si procede in sifatta opera di selezione pos-
sono essere diversi e nel caso concreto potrebbero
far nascere il sospetto che quelli usati non siano
stati in tutto i più irreprensibili. Per limitarci alle
scuole nostre, ci basti rammentare che troviamo
esclusi dal novero dei quadri descritti dal Cata-
logo ragionato alcuni, che spettano ad artisti in-

teressanti, quali il Crivelli, il Lotto, il Savoldo, il
Bramantino, il Tura, il Zampieri, intorno ai quali
sarebbe pur gradito conoscere l'opinione della Di-
rezione della Pinacoteca, qualunque sia il valore
reale dei dipinti stessi.

In altri termini i signori Laf'enestre e Richten-
berger nella loro bella opera, destinata ad un pub-
blico esteso, si sono preoccupati e si sono presi
cura delle considerazioni storiche ed estetiche più
che delle critiche. Tuttavia non sono state inte-
ramente trascurate neppure quest'ultime, nò avvi
a dubitare in fine, che lo splendore del soggetto
quanto la bontà e il valore del suo commento ren-
deranno benvenuto un libro, al quale, anche pel
tenue prezzo commerciale, arride fin d'ora certa-
mente un successo dei più lusinghieri.

Gustavo Frizzoni.
loading ...